In scena la 23° Giornata della Serie A, la 4° del girone di ritorno. Negli anticipi di questa settimana, si giocano punti importanti per Champions ed Europa League.

Anticipi, 18:00 Sassuolo VS Fiorentina

E’ dal 28 Settembre dello scorso anno che il Mapei non viene espugnato. Allora fu il Napoli che con un cinico 1-0 nell’inizio di questo campionato battè un Sassuolo ancora arrugginito, ma come lo scorso anno la squadra di Di Francesco è uscita piano piano ed attualmente occupa la posizione di metà classifica con 29 punti, insieme a Milan ed Inter. Dopo l’1-1 al Marassi contro la Samp, per i neroverdi torna a disposizione il tridente completo con Berardi, Sansone e Zaza. Di fronte una Fiorentina con un altrettanto ottimo stato di forma, reduce da 7 risultati utili consecutivi che hanno portato i Viola di Vincenzo Montella al quarto posto a pari merito con la Sampdoria, a quota 35 punti, il Napoli sembra distante viste le sette lunghezze, ma proprio nella serata potrebbe avvenire un clamoroso riequilibrio per l’ultimo posto in Champions se la Fiorentina (senza Gomez e Joaquin, spazio a Babacar ed al neoarrivato Salah) dovesse vincere ed il Napoli dovesse cadere..

Anticipi, 20:45 Palermo VS Napoli

Sono quasi 4 anni che il Palermo non batte il Napoli. Gli uomini di Benitez sembrano nel loro momento migliore sotto la guida del tecnico ex Liverpool e Chelsea, dietro l’intoccabile Higuain si giocano in quattro i tre posti disponibili: Gabbiadini che bene sta facendo dal suo arrivo nel mercato di riparazione dalla Samp, De Guzman che inaspettatamente si sta rivelando uno dei migliori colpi dello scorso mercato estivo, Hamsik che sembra aver ritrovato la serenità dei giorni migliori, e Callejon che ultimamente è stato un po’ discontinuo. Il Palermo ha ottenuto una sola vittoria nelle ultime 5 partite ma dopo il clamoroso 0-4 subito alla ‘favorita’ contro la Lazio la squadra di Iachini ha mantenuto una solida difesa casalinga. La formazione sarà la stessa che ha giocato, e perso nonostante una buona prestazione, a San Siro contro l’Inter domenica scorsa, dove i rosanero hanno perso 3-0.

Raffaele Cianni