I primi due mesi del nuovo anno sono quasi volti a termine. In questi scorci del 2015 spicca il primo Grand Slam della stagione: l’Australian Open vinto da Novak Djokovic (leggi anche: 8° Slam di Djokovic e 1° di Bolelli-Fognini). Prendiamo nota sull’agenda sulle date fatali dei prossimi grandi appuntamenti del tennis mondiale, con i Grand Slam, gli ATP 1000 tra cemento e terra rossa, fino ad arrivare alle Finals di Londra. Di seguito il calendario:

  • Indian Wells & Miami (dal 12/03 e dal 25/04): i primi Masters 1000 della stagione si giocano sul cemento americano. Lo scorso anno fu doppia la vittoria per Djokovic che sconfiggendo Federer prima e Nadal poi iniziò la sua conquista al primo posto, allora occupato proprio dal maiorchino.
  • Montecarlo & Barcellona (dal 12/04 e dal 20/04). Il primo è il terzo Masters 1000 dell’anno, il secondo è uno dei 500 più illustri del circuito. Entrambi sulla terra rossa, sono spesso stati dominati da Nadal negli ultimi anni, ma l’anno scorso Rafa si fermò ai quarti di finale di entrambi i tornei, quest’anno, infortuni permettendo, lo spagnolo cercherà di riappropiarsi la propria terra.
  • Madrid & Roma (dal 03/05 e dal 10/05). Ancora terra rossa per il quarto ed il quinto Masters 1000 stagionale. La capitale spagnola è sempre un’incognita mentre gli Internazionali di Roma sono l’unico Masters mancante della bacheca di Roger Federer.
  • ROLAND GARROS  (dal 24/05). Parigi è palcoscenico del secondo Grand Slam annuale. Sempre su terra rossa, il discorso è sempre e solo uno: tutti contro Nadal. Il maiorchino ha in corso 5 vittorie consecutive, 9 in totale negli ultimi 10 anni. E’ l’unico Slam che manca a Djokovic, sconfitto due volte da Nadal stesso in finale.
  • WIMBLEDON (dal 29/06). Altro Slam, altra superficie: stavolta l’erba (sempre più bruciata) del Championship più bello e famoso del mondo. L’erba sta diventando sempre più insidiosa man mano che passano gli anni, ed in quest’ultimi Wimbledon ci ha regalato tantissimi colpi di scena. Lo scorso anno la finale tra Djokovic e Federer fu una delle sfide più belle del 2014.
  • Montreal & Cincinnati (dal 10/07 e dal 16/07). Bis di Masters 1000 nell’America centrale sul cemento. Consecutivamente, prima si vola in Canada nella Coupe Rogers (nome dedicato a Federer e torneo che si svolge sempre in giorni vicino al suo compleanno) e subito dopo in USA dove Federer, a Cincinnati, ha vinto 6 delle ultime 10 edizioni.
  • US OPEN (dal 31/08). Quarto ed ultimo Grand Slam dell’anno. Lo scorso anno fu lo Slam più clamoroso di sempre, nessun Fab Four nella finale di Flushing Meadows che ha ospitato un inatteso Nishikori-Cilic, vinto da quest’ultimo. Quest’anno i big tenteranno di fare meglio del 2014 guadagnando punti preziosi del finale di stagione per il ranking ATP.
  • Shanghai (dall’11/10). Penultimo Masters 1000, il primo dei due finali sull’Indoor. E’ il torneo con più edizioni tra i Masters, quest’anno andrà in gioco la settima edizione.
  • Parigi (dal 02/11). Ancora la capitale parigina, che ospitando l’ultimo Masters 1000 sull’Indoor chiude il Tour prima delle Finals. Ultimo grande appuntamento per raccogliere punti importanti per accedere alle Finals, negli ultimi 2 anni è bis di Novak Djokovic.
  • FINALS LONDRA (dal 15/11). Un’altra capitale, stavolta quella inglese, che ospita il torneo più importante dopo i Grand Slam. Possono accedervi solo gli 8 migliori dell’anno (Race Ranking) grazie ai risultati dei tornei sopracitati. Negli ultimi 3 anni è stato assolo Djokovic, è uno dei pochi tasselli mancanti di Nadal.

Fonte immagine in evidenza: google.it

Raffaele Cianni