Un lutto molto grave ha colpito nei giorni scorsi Eleonora Daniele, uno dei volti noti di Rai Uno, in onda tutte le mattine con le sue Storie Vere. Un lutto composto, quello di Eleonora Daniele, come lei stessa è. Una donna riservata, seria e pacata. Sono lontani i tempi del Grande Fratello, reality che l’ha portata in luce, ma dal quale subito dopo si è poi voluta distaccare, dimostrando a tutti le sue qualità di persona e non di personaggio.

Un dolore riservato il suo, non sbandierato o mercificato, tanto che la notizia della perdita viene data solo dal Direttore di Rete Giancarlo Leone con un breve Tweet, nella mattina di Lunedì 16: “Un grave lutto ha colpito la famiglia di Eleonora Daniele. Tutta la Rai si stringe intorno a lei per questo dolore“. A lasciare d’improvviso la famiglia è stato Luigi, il fratello di Eleonora, affetto da una grave forma di autismo già dai primi mesi di vita.

Ancora oggi la Daniele non è in onda con il suo programma, ma almeno rompe il silenzio e la riservatezza che da sempre l’hanno contraddistinta: “Guardarti negli occhi è il solo modo per entrare. Quando il tuo mondo ha voglia di comunicare con il mio. Non è sempre possibile, ma se ciò avviene la tua vita dentro diventa per me un paradiso, dove il sole mi scalda, dove posso perdermi tra i mille colori dei fiori del tuo giardino, dove i tuoi sogni diventano i miei“.

Queste le parole di Eleonora, ancora profondamente toccata da una morte così vicina che lascia profondo cordoglio.

Luigi aveva solo 44 anni ed un profondo legame lo univa ad Eleonora, che ha sfruttato da sempre la sua notorietà per il fine più nobile: fondare e dare la giusta luce ad un’associazione, Life Inside, per combattere insieme a lui una battaglia che da oggi vedrà un uomo in meno schierato al fronte.

Non possiamo che unirci a lei nel suo dolore, sperando e confidando che da questo dolore possa rialzarsi più forte di prima e i sogni di Luigi possano davvero avverarsi, grazie a sua sorella.

Enrica Leone

CONDIVIDI
Articolo precedenteLibia: l’esodo degli italiani e lo spauracchio della guerra (prima parte)
Articolo successivoTorino, ancora contestazioni contro il premier Renzi
Mi chiamo Enrica Leone, sono nata a Lecco. Diplomata con maturità scientifica, ho intrapreso la carriera universitaria presso la facoltà di Giurisprudenza. Entusiasmo, iniziativa e dinamismo mi hanno da sempre spinto ad andare avanti nel lavoro così come nello studio. Adoro scrivere e questa passione mi ha portata ad intraprendere avventure di ogni genere per poter portare a casa interviste ed acquisire il giusto grado di esperienza, per rendere i miei articoli ancora più miei. Una passione che mi ha portata a pubblicare pochi mesi fa il mio primo romanzo: Basta avere coraggio, presso la casa editrice Arduino Sacco Editore. Non smetto mai di rincorrere i miei sogni ed il più delle volte questi diventano i miei obiettivi che cerco in tutti i modo di raggiungere. Alla scrittura, da poco tempo ho affiancato il lavoro di organizzatrice di eventi di beneficenza ed assistenza alla comunicazione. Mi piace il contatto con il pubblico. A detta di chi collabora con me, sono una persona estremamente precisa, metodica e puntuale. Attenta affinchè il compito affidatomi possa venir portato a termine nel miglior modo possibile e nel tempo necessario. Amo il cinema, la televisione (quella di qualità) e tutto ciò che ha a che fare con lo spettacolo ed è questo ciò di cui mi occupo.