Giovani per la Palestina

10 Luglio 2014, Striscia di Gaza:
80 morti e 600 feriti nei bombardamenti. Operazione Protective edge, Margine di protezione.

Le vicende di Luglio hanno scosso le coscienze di molti giovani provenienti da tutto il mondo. Pensare che non lontano da qui ci siano altri giovani che lottano tra la vita e la morte, tra un bombardamento e l’altro, ha unito le forze e ha permesso di realizzare un’iniziativa singolare ma di grande valore: la raccolta farmaci.

Nella provincia di Salerno sono partite a distanza di poche settimane due campagne di sensibilizzazione: la prima, organizzata proprio nella città di Salerno, da un gruppo di studenti aderenti all’associazione Manovra Studentesca; la seconda, invece, a Cava De’ Tirreni, grazie alla collaborazione tra il Forum Dei Giovani guidato dal presidente Emiliano Sergio, dall’Unione degli Studenti, coordinati da Elisabetta Lambiase, e dal Collettivo Studentesco Cavese, con esponente Gerardo Lupi Milite. Ed è proprio di quest’ultimo esempio di cui parleremo.
La collaborazione tra i tre gruppi, che da anni si occupano di politiche giovanili sul territorio metelliano, è stata formalizzata e patrocinata persino dal sindaco Marco Galdi che, all’occorrenza, ha inviato una comunicazione a tutte le farmacie della città esortandole a sostenere il lavoro di questi giovani impegnati nel sociale, dai 15 ai 30 anni. Qualche dottore ha fornito anche ai ragazzi un elenco dei farmaci che sarebbero serviti ai feriti, così da indirizzare l’acquisto verso prodotti utili. Così, sotto il caldo sole di Agosto, delegazioni formate da 6/7 membri, hanno preferito dare il loro contributo all’iniziativa piuttosto che andare al mare e godersi le vacanze estive.

Ogni mattina, muniti di banchetto, scatolo e volantini, si sono recati nei pressi delle farmacie ed hanno provato a convincere i cittadini a sostenere la causa comprando qualche farmaco in più da spedire a Gaza.
L’ideatrice è Nicole Todisco, 17 anni, vicecoordinatrice dell’Uds; un giorno, navigando sul web, si è ritrovata sulla pagina dedicata a Vittorio Arrigoni nel periodo in cui venivano pubblicizzate le varie raccolte organizzate in tutta Italia. “Una serie di combinazioni” quelle che li hanno aiutati a scoprire l’associazione a cui hanno fatto riferimento:”Music For Peace Creativi Della Notte“, capofila di progetti di solidarietà internazionale per il Medio Oriente, operante a Genova.
Alla domanda “Quanto è stato importante l’aiuto reciproco?”, Nicole risponde:

“Siamo ragazzi e abbiamo bisogno di essere una vera squadra per andare avanti. Ovviamente ci sono state persone che sono state presenti tutti i giorni e altre un po’ di meno, ma l’importante è che alla fine tutto sia andato per il meglio”.

Si sente soddisfatta del risultato, perché anche non conoscendo le persone che hanno ricevuto quei farmaci, le sente vicine con il cuore e con la mente, sicura di aver contribuito a salvare una vita. Il 7 Settembre del 2014 è stato organizzato, presso I Giardini Di San Giovanni di Cava De’ Tirreni, un evento conclusivo per comunicare ai cittadini cavesi il termine della raccolta e mostrare i risultati ottenuti.

A causa di alcuni problemi, però, i farmaci riescono a partire solamente nel mese di Novembre e alcuni di questi rimangono addirittura in loco.

Oggi, 21 Febbraio 2015 alle ore 19.00 presso la Mediateca “Marte” di Cava De’ Tirreni avrà luogo il “Social Young Club”, una conferenza conclusiva in cui interverranno: l’organizzatore dell’evento Alessandro Durante, Nicole Todisco, due referenti appartenenti ai gruppi studenteschi ed un rappresentante delle istituzioni. Nel corso della serata, attraverso una videochiamata Skype, alcuni esponenti di “Music For Peace” racconteranno la propria esperienza sul campo e promuoveranno il recente reportage che hanno realizzato. Sono stati invitati tutti i responsabili delle farmacie che hanno supportato il progetto ed esponenti della Caritas, a cui verrà consegnato l’ultimo scatolo di farmaci, di Legambiente e di “La Nostra Famiglia”.

Il Forum Dei Giovani coglierà l’occasione per presentare una delle attività di cui si occuperà in futuro: “Forum Per il Sociale”, mostrando anche alcune foto scattate lo scorso mese di Dicembre in un pomeriggio presso Villa Alba, dove i malati ed i giovani si sono divertiti a decorare l’albero di Natale.

Sara C. Santoriello

CONDIVIDI
Articolo precedenteTossicità alimenti: saperne di più
Articolo successivoCasandrino, Giovedì l’ultimo incontro del seminario Donne e Lavoro

Rappresentante degli studenti nel Consiglio Didattico di Scienze Politiche all’Università degli studi di Salerno (2015-2017). Consigliere del Forum dei Giovani di Cava De’ Tirreni. Membro della Direzione Nazionale dell’Unione Degli Studenti (biennio 2014-2016). Esecutivo di Link Fisciano (2016-2018). Segretaria della CPS (biennio 2011-2013). Reporter per AsinuPress e LiberoPensiero. Per Polis SA Magazine gestisce la rubrica “Around The Corner”.