“Area popolare non esclude di correre da sola”, dichiara il senatore di AP (NCD-UDC) e cordinatore provinciale di NCD a Napoli Pietro Langella, che in tono satirico definisce il governatore Stefano Caldoro il presidente degli assessori non dei partiti ed aggiunge “non possiamo continuare ad accettarlo”.

Il leader partenopeo del Nuovo Centrodestra, in vista delle regionali in Campania, sfida anche il centro sinistra: “Visto che i Democrat hanno dei problemi da risolvere, siamo noi a proporci a loro. Raccolgano la nostra sfida e vengano insieme con Ap. Così come a Fi ed a tutte le forze: risolvano le loro grane e scelgano di appoggiare il nostro candidato.”

Continua Langella: “Lo ha già ribadito a chiare lettere il nostro leader regionale, l’on. Gioacchino Alfano: non siamo disponibili  a stringere alleanze solo perché potrebbero risultare vincenti.”

“Diciamo no ad atteggiamenti di stampo egoistico che portano a chiudere patti solo per racimolare voti e consensi” aggiunge il parlamentare Boscoreale.

La situazione verso le regionali, insomma, sembra tutt’altro che prossima ad una reale definizione.

Non possiamo perdere tempo. Andiamo avanti per la nostra strada e possiamo tranquillamente farlo anche da soli. Siamo proiettati a fare una lista con un candidato presidente forte ed autorevole, la cui scelta sarà senz’altro avallata dai vertici nazionali del partito.” Conclude: Un candidato che sia espressione del centro moderato”.

Simona Pisano