NAPOLI –  Protestano gli studenti del Dipartimento di Economia dell’Università degli studi di Napoli Parthenope.
Gli allievi, questa mattina si sono riuniti nell’atrio dell’ingresso dell’Università per chiedere il reintegro della sessione di esami del mese di Aprile, scomparsa quest’anno.
”Chiediamo di tutelare la fascia di studenti fuori corso. Non vogliamo l’interruzione dei corsi, i docenti però potrebbero venirci incontro, come del resto accade anche negli altri dipartimenti. A parlare sono i rappresentanti degli studenti, Ruben Santopietro, Presidente di Listagram e Tommaso Petito, Senatore Accademico, promotori della mobilitazione di oggi.
”E’ impensabile – proseguono i rappresentanti – per uno studente fuori corso fare un esame a Febbraio e poi dover aspettare a Giugno per un altro esame e dover poi pagare 1000 euro di tasse”.

Carlo Palmieri, Senatore Accademico e rappresentante UDU Napoli presente alla mobilitazione sulla questione aggiunge: ”Ad economia per gli studenti in corso può essere vantaggioso il nuovo ordinamento, mentre per quelli fuori corso fare un esame a Febbraio ed un altro a Giugno può rappresentare un grande disagio. Noi continueremo attraverso i canali diplomatici che restano ancora aperti a portare  avanti le nostre istanze.

Gli studenti hanno poi incontrato il Rettore, Claudio Quintano e i tre Direttori dei Dipartimenti di Economia riuscendo ad ottenere un notevole risultato che sostanzialmente incontra le esigenze di coloro i quali sosterranno il loro ultimo esame nella sessione di Giugno e che quindi non dovranno pagare le tasse per l’Anno Accademico 2014/2015. I Direttori hanno inoltre assicurato che valuteranno nei prossimi mesi l’ipotesi di riabilitare ufficialmente alcune sessioni per il prossimo Anno Accademico.

ruben 2
Sit-in studenti nell’atrio del Dipartimento di Economia dell’Università degli studi di Napoli Parthenope

L’Unione degli Universitari dal proprio profilo facebook sulla manifestazione di questa mattina scrive: ”Riteniamo sia un segnale importante la partecipazione di tanti studenti alla “manifestazione di oggi”, ma riteniamo sia altrettanto IMPORTANTE IL SEGNALE di NON PARTECIPAZIONE di moltissimi altri che crediamo di dover interpretare come un segnale di “rassegnazione”, al quale, però, le rappresentanze tutte hanno dato un forte segnale di presenza.
Da parte nostra, Udu Napoli, rimane costante il nostro operato e la nostra presenza nelle battaglie quotidiane su tutti i livelli, dal singolo Corso di Studi alle manifestazioni e battaglie nazionali contro le decisioni Ministeriali.
Questo è il nostro ruolo di Sindacato Studentesco fatto da studenti al servizio degli studenti”.

Pasquale De Laurentis

CONDIVIDI
Articolo precedenteFAI Luoghi del Cuore 2014: trionfa la Campania
Articolo successivoIl Napoli batte il Sassuolo e va 3 punti dalla Roma
Nasce a Napoli. Consegue il diploma al Liceo Classico Giuseppe Garibaldi di Napoli. E’ qui eletto rappresentante d’istituto dal 2004/2005 al 2008/2009. È cofondatore del giornale scolastico “L’Idea”. Nel settembre 2008, insieme ad altri componenti del Comitato Studentesco, è ospite in uno speciale del Tg di Italia Mia dedicato alla scuola, al quale partecipano gli assessori all’istruzione Gabriele, Cortese e Rispoli. Nel 2005 inoltre, diviene il responsabile provinciale di Napoli dell'Unione degli Studenti, dove è protagonista di numerose battaglie contro l’allora Ministro dell’Istruzione Letizia Moratti. Nel 2008 partecipa attivamente al movimento studentesco dell'Onda, mentre nel 2009 si iscrive al corso di laurea in Scienze Politiche presso l'Università degli studi di Napoli l’Orientale. Da sempre grande appassionato del mondo radiofonico, nel Febbraio del 2012, è cofondatore con Lorenzo Russo di Radio TIN, evolutosi in seguito nel blog Tin Napoli. Nel Giugno del 2013 collabora con la web radio locale RadioSca, dove conduce quattro appuntamenti di Generazione X, il programma da lui ideato, insieme a Lorenzo Russo. Il 12, 13, 14 e 15 Giugno 2014, prende parte al corso di conduzione radiofonica, presso Radio Crc Targato Italia, con insegnanti Max Poli e Rosaria Renna. Da Aprile 2014 inizia a collaborare con il periodico online Libero Pensiero News, dove dal Settembre dello stesso anno assume l'incarico di coordinatore della sezione locale di Napoli e Provincia. Da Aprile 2015 intraprende la collaborazione con Radio Amore Napoli come inviato. Nel Novembre 2015 è cordinatore del ciclo di seminari ''GIORNALISMO E NUOVA COMUNICAZIONE'' organizzato dalla Testata Giornalistica ''Libero Pensiero News'', insieme all'Unione degli Universitari presso il Dipartimento di Scienze Sociali dell'Università degli studi di Napoli Federico II