Sabato 21 febbraio, a Pomigliano D’Arco, è stata inaugurata la nuova biblioteca comunale.

All’evento hanno preso parte il sindaco Lele Russo, l’assessore alla cultura Roberto Nicorelli, l’assessore alla cultura della regione Campania Caterina Miraglia e Pino Craveri, professore di storia contemporanea all’Università Suor Orsola Benincasa.

La nuova biblioteca, che è andata a sostituire quella ormai storica di Palazzo dell’Orologio, si trova in via Umberto I, è aperta al pubblico dal lunedì al venerdì e conta più di settantamila volumi, tra i quali rari seicentini e cinquecentini.

Il sindaco affiancato da Nicorelli afferma: << Dopo anni di lavoro per il recupero di questa fantastica struttura finalmente vede luce questo nuovo spazio culturale, è un momento davvero importante, un’occasione per avvicinare  i giovani alla cultura e per fornire agli studiosi della nostra cittadina validi ed ulteriori mezzi di ricerca >>

Ma subito sono giunte le critiche, sia da parte dei partiti d’opposizione alla Giunta, sia dagli studenti del territorio che lamentano: <<Lo spazio della nuova biblioteca è molto ridotto rispetto a quella di Palazzo dell’Orologio, soprattutto la sala studio>> ; malgrado la biblioteca sia disposta su due piani, disponga di una sala studio, una conferenze ed una in cui, appena entrerà in regime, potranno essere consultati quotidiani e riviste.

Simona Pisano