POMIGLIANO D’ARCO – Un centinaia di studenti, questa mattina hanno marciato per le vie di Pomigliano D’Arco contro il razzismo e in difesa delle libertà fondamentali.
Il corteo, organizzato dal gruppo territoriale dell’Unione degli Studenti Pomigliano, insieme all’ANPI è partito dalla stazione della Circumvesuviana di Pomigliano D’arco intorno alle ore 10,00 ed ha visto la partecipazione del Liceo Imbriani, del Liceo Cantone, del Liceo Serao, dell’Isis Europa, dell’Isis Siani, Itis Barsanti e dell’Ipsar Carmine Russo.
Gli studenti hanno coperto anche alcune scritte nazionaliste apparse fuori la stazione della Circumvesuviana.

Il Coordinatore dell’Uds Pomigliano, Vincenzo Di Buono dichiara:”Oggi siamo scesi in piazza innanzitutto come ANTIFASCISTI, per mostrare il nostro dissenso ad organizzazioni e movimenti di stampo DICHIARATAMENTE FASCISTA.
In piazza anche contro il RAZZISMO, questo razzismo dilagante che sta tornando di moda, questo razzismo che contribuisce solo ad aumentare lotte tra poveri. Il vero nemico, cioè chi manda in rovina l’Italia, non è l’immigrato ma i poteri forti: dalla corruzione alle multinazionali, fino alle banche, alla troika e all’austerità. Anzi, sono proprio gli immigrati una risorsa per il nostro paese, sia dal punto di vista culturale e sociale sia da quello economico: costituiscono l'(% della popolazione e contribuiscono per circa il 12% del PIL, versano nelle casse dello stato circa 9 miliardi di euro di contributi”.

uds pomigliano34
Via Roma, POMIGLIANO D’ARCO

Il responsabile territoriale dell’Uds Pomigliano ricorda poi, anche la manifestazione di oggi a Roma organizzata dalla Lega Nord e Salvini:”In piazza a Pomigliano anche contro tutti quei movimenti/partiti come la Lega Nord e Casapound che continuamente inneggiano al razzismo ed alla xenofobia, all’odio e alla violenza.
Per un’Italia libera da ideologia di questo genere – conclude – già negate dalla nostra costituzione, un’Italia democratica che impari dal passato un’Italia pronta a ripartire col contributo di tutti”.

In piazza al fianco degli studenti e dell’ANPI anche L’Altra Pomigliano.
La manifestazione si è poi conclusa a Piazza Primavera, dove i rappresentati degli istituti superiori hanno dato vita ad un’assemblea.

Pasquale De Laurentis
@pasqdelaurentis

CONDIVIDI
Articolo precedenteMorto Pasquale Barra, “l’animale” del clan Cutolo
Articolo successivoCalciomercato Serie A: le ultime voci

Nasce a Napoli.
Consegue il diploma al Liceo Classico Giuseppe Garibaldi di Napoli.
E’ qui eletto rappresentante d’istituto dal 2004/2005 al 2008/2009.
È cofondatore del giornale scolastico “L’Idea”.
Nel settembre 2008, insieme ad altri componenti del Comitato Studentesco, è ospite in uno speciale del Tg di Italia Mia dedicato alla scuola, al quale partecipano gli assessori all’istruzione Gabriele, Cortese e Rispoli.
Nel 2005 inoltre, diviene il responsabile provinciale di Napoli dell’Unione degli Studenti, dove è protagonista di numerose battaglie contro l’allora Ministro dell’Istruzione Letizia Moratti. Nel 2008 partecipa attivamente al movimento studentesco dell’Onda, mentre nel 2009 si iscrive al corso di laurea in Scienze Politiche presso l’Università degli studi di Napoli l’Orientale.
Da sempre grande appassionato del mondo radiofonico, nel Febbraio del 2012, è cofondatore con Lorenzo Russo di Radio TIN, evolutosi in seguito nel blog Tin Napoli.
Nel Giugno del 2013 collabora con la web radio locale RadioSca, dove conduce quattro appuntamenti di Generazione X, il programma da lui ideato, insieme a Lorenzo Russo.
Il 12, 13, 14 e 15 Giugno 2014, prende parte al corso di conduzione radiofonica, presso Radio Crc Targato Italia, con insegnanti Max Poli e Rosaria Renna.
Da Aprile 2014 inizia a collaborare con il periodico online Libero Pensiero News, dove dal Settembre dello stesso anno assume l’incarico di coordinatore della sezione locale di Napoli e Provincia.
Da Aprile 2015 intraprende la collaborazione con Radio Amore Napoli come inviato.
Nel Novembre 2015 è cordinatore del ciclo di seminari ”GIORNALISMO E NUOVA COMUNICAZIONE” organizzato dalla Testata Giornalistica ”Libero Pensiero News”, insieme all’Unione degli Universitari presso il Dipartimento di Scienze Sociali dell’Università degli studi di Napoli Federico II