Sono passati alcuni giorni dalla morte del magistrato Federico Bisceglia: sabato 28 Febbraio ha, infatti, perso la vita in un incidente stradale a Napoli.
Padre Maurizio Patriciello si è espresso così attraverso il suo profilo:

“L’ottimo magistrato Federico Bisceglia è morto in un incidente stradale in Calabria. Il dolore che proviamo è grande. La “terra dei fuochi” perde un magistrato amico, onesto, preparato. Federico caro, il Signore ti accolga nella sua pace. Grazie per la disponibilità che hai sempre dimostrato nei miei confronti e nei confronti dei nostri comitati.”

Secondo alcuni dei suoi più strenui sostenitori, però, non si è trattato di un caso: il destino, in questa vicenda, sembra non essere intervenuto.
Antonio Marfella, dell’Istituto Nazionale Tumori,  sul suo profilo facebook scrive:

“Sono sconvolto per la morte misteriosa e sospetta del magistrato Federico Bisceglia, ma ho rispettato lo stesso la mia decisione di andare a votare le primarie del PD: …è sempre una meravigliosa sensazione quella matita (in questo caso penna) in mano… se me lo avessero concesso avrei votato pure le primarie per scegliere tra Nosferatu e Lucifero…..tra Berlusconi e Fitto….o tra Fico e Di Maio…..E’ bello avere la possibilita’ di esprimere liberamente il proprio voto….di scambio per gli altri…di onore per chi ci crede….Paolo Livatino, Federico Bisceglia, Giovanni Falcone e Paolo Borsellino…..questo voto di oggi lo dedico a voi…..e proteggetelo…..”

Quella che sembra essere stata violata è la libertà di espressione; chi promulga giustizia si accerchia di nemici. Il vicepresidente alla Camera, Di Maio, dichiara in merito:

“Quando si tratta di rifiuti e di violazioni ambientali, gli interessi in gioco sono internazionali. E chi indaga tocca sempre i fili dell’alta tensione. Bisceglia era uno dei magistrati in prima linea per le indagini su rifiuti e violazioni ambientali nella Terra dei Fuochi”

di-maio-675

Gli inquirenti non ritengono che attualmente ci siano gli elementi che consentano di ipotizzare interpretazioni diverse rispetto a quella del mero incidente, forse causato da un colpo di sonno alla guida della sua Lancia K. La Procura di Castrovillari ha comunque disposto l’autopsia, che è stata eseguita domenica pomeriggio, e sicuramente verranno effettuati dei controlli anche sulla vettura.
Dovremo aspettare per conoscere la verità in merito all’accaduto; una cosa è certa: avremo sempre bisogno di persone oneste come Bisceglia.

Cosa è accaduto al magistrato Federico Bisceglia?

Sara C. Santoriello

CONDIVIDI
Articolo precedenteSEL: “Solidarietà a CGIL, intimidazioni non fermeranno democrazia”
Articolo successivoIl dibattito sulla responsabilità civile dei magistrati

Rappresentante degli studenti nel Consiglio Didattico di Scienze Politiche all’Università degli studi di Salerno (2015-2017). Consigliere del Forum dei Giovani di Cava De’ Tirreni. Membro della Direzione Nazionale dell’Unione Degli Studenti (biennio 2014-2016). Esecutivo di Link Fisciano (2016-2018). Segretaria della CPS (biennio 2011-2013). Reporter per AsinuPress e LiberoPensiero. Per Polis SA Magazine gestisce la rubrica “Around The Corner”.