È l’1:30 circa quando il quartiere di Chiaia viene svegliato da un una grossa frana di detriti, fango e pietre dovuta al cedimento di un muro di contenimento in tufo al termine di via Croce Rossa in prossimità dello slargo all’incrocio con via Ferdinando Palasciano. Il crollo è stato causato dal maltempo che ha contribuito all’ingrossamento del terreno alle spalle del muro.

Poteva essere una strage – hanno commentato i residenti della zona – in quanto qui ogni giorno transitano diversi veicoli poiché questa via è divenuta una valvola di sfogo per la Riviera dopo il crollo del palazzo due anni fa alla Torretta”

Proprio questa è la paura più grande per gli abitanti della riviera di Chiaia e delle vie adiacenti: rivivere il dramma e la paura di esattamente 2 anni fa quando, il il 4 marzo 2013,  vi fu il famosissimo crollo del civico 72.
Sul posto, chiaramente, sono intervenuti i vigili del fuoco che si stanno adoperando per riattivare la viabilità della zona già in tilt a causa della chiusura di via Pontano.

Fonte: ilmattino.it

Fabio Palmiero

Chiaia: nella notte un nuovo crollo