Ecco il discutibile tweet di Maurizio Gasparri su Twitter:

Il Senatore di Forza Italia dichiara così ai social la sua contrarietà alla riapertura del caso perché, secondo lui «non aiuta a scoprire cose nuove». L’immediata indignazione del web è partita a rilento perché molti non ricordano il caso del giuslavorista ucciso dalle nuove Brigate Rosse su cui ci sono molte ombre e poche luci, soprattutto in virtù delle dichiarazioni processuali dell’ex brigatista pentita, Cinzia Banelli, che disse «Se Marco Biagi avesse avuto la scorta non saremmo riusciti ad ucciderlo. Per noi due persone armate costituivano già un problema», aggiungendo «Non eravamo abituati ai veri conflitti a fuoco. Avremmo dovuto fare più attenzione, osservare possibili cambiamenti nella situazione del professore. Dovevamo controllare che non fosse solo. Invece arrivò alla stazione di Bologna da solo».

Ferdinando Paciolla