La capolista consolida il proprio vantaggio sulla seconda in classifica dopo la convincente prova contro l’Avellino. Tutto uguale nella parte alta della classifica, mentre in basso qualcosa si muove, con il Crotone che abbandona l’ultima posizione per stanziarsi alla 20ª.

LIVORNO-TERNANA: il Livorno, che non vince da tre turni, ha voglia di rivalsa. Il teatro di questa partita è un Picchi rumoroso e deluso dalle ultime prestazioni degli Amaranto che stanno piano piano perdendo l’occasione di accedere direttamente alla massima serie. Inizia subito male la squadra di casa che subisce le iniziative della Ternana che impiega appena 9 minuti a trovare la via del gol con Ceravolo che sfrutta una palla non giocata bene da Gavazzi in area di rigore e da rapace d’area si avventa sul pallone tirando e battendo Sala. Lo stesso Sala si rende protagonista 15 minuti dopo di una splendida parata sulla conclusione da calcio piazzato di un Emerson emblema della voglia di reagire della squadra Toscana. La reazione arriva infatti al 28′. L’1-1 lo firma il capitano Andrea Luci che sfrutta ottimamente un gran cross dalla sinistra di Siligardi e con un gran colpo di testa fulmina il portiere avversario. Il Livorno ribalta addirittura il risultato al 36′ grazie ad un tiro incredibilmente potente da parte di Siligardi con il pallone che si infila nell’angolino. Dopo pochi minuti Vantaggiato si divora l’occasione per il 3-1 che avrebbe potuto archiviare il match facendosi ipnotizzare a tu per tu con il giovane portiere della Ternana. Nel secondo tempo, precisamente al 75′ arriva il gol del sabato da parte de giovane Appelt Pires, ragazzo scuola Juve, che in area controlla il pallone di sinistro e rovescia firmando quello che è, fino ad ora, sicuramente il gol più bello della sua carriera. Risorge finalmente il Livorno che tiene il passo delle altre pretendenti del secondo posto.

image

VARESE-BOLOGNA: l’ultima della classe affronta in casa la seconda in classifica. Partita sulla carta semplice per i rossoblu che però passano per primi in svantaggio al 44′ dopo aver impensierito una o due volte gli avversari. L’incredibile 1-0 per i padroni di casa giunge da un destro dal limite che toglie le ragnatele dall’angolino alto della porta. Non può arrivarci Coppola. Gli ospiti nel secondo tempo salgono in cattedra e iniziano l’assedio alla ricerca della vittoria riuscendo a ribaltare il risultato con un uno-due micidiale firmato Cacia ai minuti 59 e 64. L’ex Verona, che in serie A ha fatto vedere molto poco, in serie cadetta sta dimostrando di essere un giocatore più che adatto. Un diagonale a fil di palo caratterizza il gol del pareggio nonché nono gol in stagione per l’attaccante di Catanzaro. La rete del sorpasso è invece da bomber di razza dal momento che arriva da un tiro cross sbilenco di Zuculini che lui corregge in porta con una zampata vincente. All’81’ Sansone chiude la partita con il suo sinistro nell’angolino dopo aver vinto un rimpallo al limite dell’area. Il Bologna tiene il distacco sulle inseguitrici e continua a sognare il ritorno diretto in A. All’inverso il Varese rischia sempre di più la retrocessione.

AVELLINO-BARI: match tutto meridionale al Partenio di Avellino con gli Irpini che vogliono rialzarsi dopo la sconfitta rimediata in Emilia Romagna contro il Carpi. La partita prende subito una piega favorevole per la squadra di casa che attacca non dando punti di riferimento ai Pugliesi. In particolar modo Castaldo fa ammattire la difesa avversaria più volte costringendo spesso i difensori ospiti al fallo. Al 23′ Zito riesce a procurarsi un calcio di punizione sui cui sviluppi arriva l’1-0 firmato D’Angelo che con la testa si fa trovare pronto sulla respinta del portiere dopo il tiro dello stesso Zito. Probabilmente sul tiro di Zito la palla è già entrata ma in ogni caso il gol viene assegnato a D’Angelo. Timida reazione del Bari che però si affaccia appena nella trequarti avversaria provocando poco più di un calcio d’angolo. Nella ripresa i biancorossi sembrano più vivaci. Spesso Frattali è costretto a parate anche impegnative come al 73′ su Ebagua o al 78′ con Bellomo. All’80’ Castaldo non riesce a sfruttare la palla d’oro per il 2-0. Ci pensa però poco dopo il solito Trotta che, dopo uno scambio con il proprio compagno di reparto, Castaldo appunto, scocca un sinistro dal limite battendo Guarna. L’attaccante di Santa Maria Capua Vetere che in Inghilterra non ha avuto tanta fortuna sembra aver trovato ad Avellino la sua dimensione ideale, riuscendo ad andare in gol 3 volte in 7 partite. Chapeau a lui e all’Avellino che non molla il sogno A.

Tutte le altre partite della 30ª giornata di SerieB

Piccola soddisfazione per il Crotone che batte 1-0 il Trapani lasciando così l’ultima posizione della classifica. A sancire la vittoria Calabrese è stato Torregrossa (70′). L’ultima vittoria del Catania risale al 31/01 quando si impose per 2-0 sul Perugia. A sancire il successo furono in successione Maniero e Calaiò che si ripetono nuovamente dopo 6 giornate contro lo Spezia. Questa volta però i gol dei due bomber non bastano a far uscire i Siciliani dalla crisi che sembra non trovare fine. A Maniero (52′) rispondono Datkovic (72′) e Migliore (88′). Calaiò (90′) chiude il match sul 2-2. Il Frosinone perde l’occasione di portarsi al terzo posto solitario perdendo per 1-0 sul campo del Modena che si impone di misura con Garritano (45′). Partita anonima quella tra Perugia e Lanciano, 0-0. Il Carpi è guarito definitivamente dalla sindrome da pareggio e, per il dispiacere di qualcuno, si avvia a tutta velocità verso la serie A 2015/2016. 1-0 in casa del Latina con gol di Del Gaudio (14′). Partita bruttina anche quella tra Pro Vercelli e Brescia. Poche emozioni e 0-0 finale. Il Pescara ferma il Vicenza che come il Frosinone perde la chance per il terzo posto. 4 gol totali in questa partita. Per gli abruzzesi in gol Melchiorri (59′) e Brugman (81′). Per gli ospiti Cinelli (66′) e Cocco (90′). Nel posticipo del Monday Night si affrontano Virtus Entella e Cittadella in uno scontro di pari livello. I gol per la squadra di Chiavari di Staiti (20′) e Costa Ferreira (80′). Inutile il gol di Coralli per il Cittadella (88′).

Risultati completi della 30ª giornata di SerieB

  • Livorno-Ternana 3-1
  • Crotone-Trapani 1-0
  • Catania-Spezia 2-2
  • Modena-Frosinone 1-0
  • Perugia-Virtus Lanciano 0-0
  • Latina-Carpi 0-1
  • Varese-Bologna 1-3
  • Pro Vercelli-Brescia 0-0
  • Pescara-Vicenza 2-2
  • Avellino-Bari 2-0
  • Virtus Entella-Cittadella 2-1

Classifica aggiornata di SerieB

  1. Carpi 59 pti.
  2. Bologna **51 pti.
  3. Avellino 49 pti.
  4. Vicenza 48 pti.
  5. Livorno 47 pti.
  6. Frosinone 47 pti.
  7. Pescara 43 pti.
  8. Spezia 43 pti.
  9. Virtus Lanciano 40 pti.
  10. Perugia 40 pti.
  11. Bari 37 pti.
  12. Modena 36 pti.
  13. Ternana 36 pti.
  14. Virtus Entella 36 pti.
  15. Pro Vercelli 35 pti.
  16. Cittadella 34 pti.
  17. Latina 34 pti.
  18. Trapani 34 pti.
  19. Brescia 33 pti.
  20. Crotone 31 pti.
  21. Catania 30 pti.
  22. Varese *28 pti.

*3 punti di penalizzazione

** 1 punto di penalizzazione

Fonte immagini media: google.it

 Vincenzo Marotta