Queen

“Queen Rock Montreal”, leggendario concerto del gruppo britannico dei Queen  , i prossimi 16-17-18 marzo arriva sul grande schermo per celebrare una delle maggiori rock band del mondo.

Registrato al Forum di Montreal il 24 novembre del 1981, è stato il primo concerto ad essere interamente ripreso nel formato 35mm, che ora viene rimasterizzato e restaurato in HD, con un magnifico surround, distrubuito da Microcinema. La straordinaria performance dei Queen sul palco di Montreal, una delle 46 tappe nordamericane del “Game Tour“, presenta molti dei loro brani più celebri a cominciare dalla meravigliosa Bohemian Rhapsody, in cui i giochi di luci e i virtuosismi del gruppo raggiungono una sintonia perfetta, così come la sempre emozionante We Are The Champions, con una prova coinvolgente di Freddie Mercury , che ci fa capire perché questo brano è diventato l’inno di tante competizioni sportive. Lo storico concerto di Montreal ha sicuramente rappresentato, nella carriera dei Queen, l’apice del loro successo mondiale. Il concerto di Montreal presenta molti dei loro brani più celebri: We Will Rock You , Somebody To Love, Killer Queen, I’m In Love With My Car, Save Me, Love Of My Life, Under Pressure, Keep Yourself Alive, Crazy Little Thing Called Love, Bohemian Rhapsody, Tie Your Mother Down, Another One Bites The Dust e We Are The Champions.

ALCUNE CURIOSITA’:

QueenI Queen nascono alla fine del 1970 dalle ceneri degli Smile, che vedevano in formazione il chitarrista Brian May e il batterista Roger Taylor, dopo l’abbandono del bassista Tim Staffell. A unirsi a loro, il giovane Farrokh Bulsara, verò nome del frontman della band. Nel 1971, dopo aver cambiato diversi bassisti, il gruppo troverà quello definitivo: John Deacon. Il loro quarto album: “A Night at the Opera” del 1975, deve il suo titolo ad un film dei fratelli Marx ,Una notte all’opera. Inoltre il disco è noto per essere stato il più costoso a essere mai stato prodotto fino a quel momento. Anche l’album successivo dei Queen, “A Day at the Races”, prenderà spunto da un altro film degli stessi registi, Un giorno alle corse. Tra i concerti dei Queen alcuni hanno fatto segnare numeri record come  per esempio  il concerto gratuito a Londra ad  Hyde Park nel 1976, a cui erano presenti 200.000 persone. Invece, durante il Game Tour del 1981, a Buenos Aires si sono esibiti di fronte a 300.000 spettatori e a San Paolo hanno raccolto 250.000 fan complessivi in due serate. La loro esibizione durante il Live Aid ,allo stadio di Wembley nel 1985, è stata considerata da un sondaggio del 2005, la migliore performance rock di tutti i tempi. La loro ultima tournée con Freddie Mercury, avvenuta nel 1986 dopo l’uscita dell’album “A Kind of Magic”, è stata vista da più di un milione di spettatori in tutto il mondo. Si stima che i dischi dei Queen abbiano venduto tra le 150 e le 300 milioni di copie. 18 dei loro album hanno raggiunto la prima posizione in classifica in Inghilterra, così come 18 sono i singoli arrivati in vetta. Inoltre, il loro “Greatest Hits”, uscito nel 1981, è considerato il disco più venduto di sempre, ben 25 milioni di copie nel mondo. A conferma della loro importanza mondiale, nel 2001 i  Queen hanno ottenuto un posto di tutto rispetto nella Rock and Roll Hall of Fame, in Ohio. Mi piace poter  ricordare Freddie Mercury attraverso alcuni  suoi pensieri:

“E’ semplice, il gruppo puntava a raggiungere la vetta. Non avremmo accettato nessun altro risultato, abbiamo lottato per questo. Dovevamo arrivare in cima. Sapevo che musicalmente funzionavamo bene ed eravamo originali. Ora lo stiamo dimostrando”.

“Durante un concerto, devo conquistare il pubblico, altrimenti non sono soddisfatto. E’ compito mio assicurarmi che le persone si divertano”

“Quando mi esibisco sono una persona estroversa, ma dentro di me sono un uomo completamente diverso”.

“Non penso proprio a cosa accadrà quando sarò morto o se le persone continueranno a ricordarmi. Quando io sarò morto a chi interesserà? A me no di sicuro…”

QueenÈ Il 23 novembre del 1991 quando  Freddie Mercury annuncia al mondo di essere malato di AIDS, il giorno dopo si soegne serenamente nella sua casa, circondato da familiari e amici, mentre la notizia sciocca i fan di tutto il mondo. Nel dicembre di quell’anno, i Queen avevano 10 album nella Top 100 inglese e nel 1992 Freddie Mercury viene celebrato con il premio del BRIT per il maggiore contributo fornito alla musica britannica, mentre Days of Our Lives ottiene il riconoscimento come miglior singolo. Il 20 aprile molte delle maggiori star del mondo affiancano Brian, Roger e John sul palco a Wembley per un emozionante tributo a Freddie. Nel 1995 le canzoni che i Queen avevano iniziato a comporre nel 1991 vengono completate da Brian, Roger e John per l’attesissima uscita mondiale di “Made in heaven”; è  purtroppo la fine di un’era.  Finalmente  nel 2002 i Queen sono pronti ormai  a ricevere la loro stella alla Hollywood Walk of Fame di Los Angeles, affiancando i Beatles, come una delle pochissime band, non americane, a ottenere questo riconoscimento.

Nel link sottostante troverete informazioni utili sulle sale cinematografiche che distribuiranno il film/concerto

www.queenheaven.it

 Rossella Mercurio