Oggi alle ore 12 si è tenuta presso la sede in via Duca d’Aosta in Grumo Nevano, l’inaugurazione della sede locale di Forza Italia a cui hanno assistito circa sessanta persone ed erano presenti: il commissario locale Francesco Acri; il coordinatore provinciale ed ex Presidente della Provincia di Napoli Antonio Pentangelo; il coordinatore regionale, nonché Senatore, Domenico De Siano; l’onorevole Luigi Cesaro e suo figlio Armando,  coordinatore vicario nazionale dei Giovani di Forza Italia.

Il primo intervento è stato del commissario locale, Francesco Acri, il quale ha iniziato con un invito alla partecipazione attiva dei giovani alla politica “Bisogna puntare sui giovani e Forza Italia lo sta facendo in maniera forte e decisa a Grumo Nevano attraverso me ed Antonio Iovinella”, poi ha continuato: “La gioventù non è un fatto anagrafico, bensì di idee che siano nuove e vincenti”. Il commissario locale ha parlato anche della coesione interna necessaria al partito precisando “Dobbiamo essere una squadra, non una lista. Proprio per questo, dopo sei anni di militanza e sacrifici nel partito, siamo prima amici e poi politici”.

La parola è poi passata all’ex Presidente della Provincia, Antonio Pentangelo, che ha iniziato proprio dalle ultime parole di Acri: “Se i nostri giovani parlano di valori come lealtà ed amicizia, stiamo andando nella giusta direzione”, poi ha proseguito “Sono questi valori che ci consentono di mettere da parte le lotte interne e pensare alla nostra gente”. La parte successiva dell’intervento ha riguardato “la grande simpatia” che il coordinatore provinciale ha detto di provare verso Grumo e i Grumesi. La conclusione è stata sulla necessità di “puntare sui giovani, come Forza Italia sta facendo ovunque” secondo Pentangelo, e sulla necessità di “ritrovare entusiasmo e gioventù di idee, oltre che di anagrafica”.

L’ultimo intervento è stato del coordinatore regionale, Domenico De Siano, che è tornato a parlare di giovani dicendo “Occorre il giusto equilibrio fra la partecipazione, e quindi gli interessi, dei militanti giovani e meno giovani”, poi ha proseguito “Bisogna creare unità nel partito, altrimenti non si vince”. Secondo il Senatore di Forza Italia “per risolvere dissidi interni al Pd, sono state posticipate regionali ed amministrative”, sulle quali ha concluso “Questo entusiasmo ritrovato può consentire a tutti di essere parte di un grande successo”.

Ferdinando Paciolla