In India numerose donne vengo sfigurate dai loro mariti, padri e uomini della loro famiglia. Alcune vengono colpite per aver commesso adulterio, altre senza nessun motivo, perché il marito vuole divorziare e non trova il modo per farlo. In una settimana circa 5 donne subiscono violenze di questo tipo, e in un anno le vittime sono circa mille. Il Governo indiano non ha dati a riguardo e non prevede nessun tipo di sostegno per le vittime.

Per contrastare il fenomeno è nato Bello/Beauty, un calendario voluto dalla fondazione Chhanv per il 2015 per la campagna Stop Acid Attacks nata a Nuova Delhi l’8 marzo 2013. La prima è un’organizzazione no profit che si occupa della riabilitazione delle donne sfigurate dall’acido. Stop Acid Attacks è un ente che promuove una campagna di sensibilizzazione per le donne vittime di questo tipo di violenza e di ricerca dei casi di attacco con l’acido.

Le donne senza volto sono le modelle del calendario e ciascuna di loro è raffigurata mentre svolge l’attività che ha sempre desiderato fare.
«Il nostro intento è mostrare che nonostante le ferite fisiche e morali, anche queste donne hanno dei sogni» racconta Rahul Saharan, uno dei tre fotografi del calendario. I mesi sono 12, ma partono da marzo in occasione della festa della donna e i proventi ricavati dalle vendite serviranno a curare le vittime dell’acido.

«A causa della natura delle loro ferite, le sopravvissute ritengono che sia impossibile vivere con dignità, ma con questo primo servizio fotografico vogliamo fare la differenza, vogliamo dimostrare il contrario. L’obiettivo è quello di aiutare queste signore e reintegrarsi nella società e a ritrovare fiducia», ha detto a proposito Ashish Shukla di Stop Acid Attacks.

Una nobile iniziativa che rende protagoniste le donne in un Paese dove non hanno praticamente nessuna libertà e diritti. Donne che hanno perso tutto tranne che la voglia di lottare e continuare a sorridere.

Vincenzo Nicoletti

CONDIVIDI
Articolo precedenteSant’Antimo, Logos-Cambia Verso inaugurano la nuova sede
Articolo successivoInaugurazione Forza Italia a Grumo Nevano: “Largo ai giovani”

Vincenzo Nicoletti nasce l’11 dicembre 1994 a Vallo della Lucania e si trasferisce con la famiglia a Brescia dove attualmente vive. Da sempre appassionato di lettura, viaggi, diritti umani e ambiente ha sviluppato una forte curiosità per il mondo che lo circonda nelle sue molteplici sfaccettature. Collabora con Libero Pensiero News come coordinatore della sezione Scienza.