NAPOLI – Alta affluenza all’assemblea antifascista promossa da studenti, lavoratori ed attivisti all’EX OPG Occupato – Je sò pazzo.

Ad introdurre l’assemblea una giovane studentessa: «I fatti che si sono verificati ci danno un’ulteriore spinta. Questo posto (EX OPG) offre alla gente una nuova occasione per costruire un presidio antifascista perenne.
Dobbiamo smontare una volta è per tutte la retorica di CasaPound. L’aggressione di questi giorni è un tentativo di forza, basato su una debolezza.
Oggi, il miglior alleato di Casapound è la Lega e noi non possiamo accettare in alcun modo che un giovane, la sera, non possa passeggiare tranquillamente nella sua città» – conclude.

alessandro
Nella foto, Alessandro lo studente aggredito Domenica sera da estremisti di destra

Applausi dei presenti quando Alessandro prende la parola per raccontare l’accaduto: «Domenica sera, intorno 20:30 a via Foria, nei pressi della sede “ufficiosa” di CasaPound vengo accerchiato da strani individui i quali mi intimano di non guardarli, al che rispondo di guardare chi voglio. Proseguo e controllo se sono seguito e mi ritrovo nuovamente difronte ai 3 individui, di cui tutti a volto coperto. Da uno di essi parte una violenta cinghiata. Dopo un minuto circa di colluttazione i 3 personaggi si mettono in fuga.
Ho cercato di trattenere uno di loro ed ho istintivamente subito chiamato i compagni, mentre una volante della polizia, che si trovava lì per caso, stranamente ha pensato di perquisire i miei compagni».

Alessandro poi lancia un’allarme: «Ogni qualvolta cammino per via Foria mi chiedo tra me e me in che lato mi convenga proseguire, Orto Botanico o di fronte?
Rivendico assolutamente la mia libertà di passeggiare o sostare dove voglio!»
Poi un monito: «I fascisti con le Quattro Giornate di Napoli sono stati cacciati dalla nostra città e non lo dico io, ma la storia».
«Fa molta paura davvero, una società che ti giudica per le idee o per l’abbigliamento, invece dei tuoi valori».

Pasquale De Laurentis
@pasqdelaurentis

CONDIVIDI
Articolo precedenteTommasielli: “la politica premia solo mogli, amanti e cortigiane”
Articolo successivoTunisi, attacco terrorista al museo del Bardo
Nasce a Napoli. Consegue il diploma al Liceo Classico Giuseppe Garibaldi di Napoli. E’ qui eletto rappresentante d’istituto dal 2004/2005 al 2008/2009. È cofondatore del giornale scolastico “L’Idea”. Nel settembre 2008, insieme ad altri componenti del Comitato Studentesco, è ospite in uno speciale del Tg di Italia Mia dedicato alla scuola, al quale partecipano gli assessori all’istruzione Gabriele, Cortese e Rispoli. Nel 2005 inoltre, diviene il responsabile provinciale di Napoli dell'Unione degli Studenti, dove è protagonista di numerose battaglie contro l’allora Ministro dell’Istruzione Letizia Moratti. Nel 2008 partecipa attivamente al movimento studentesco dell'Onda, mentre nel 2009 si iscrive al corso di laurea in Scienze Politiche presso l'Università degli studi di Napoli l’Orientale. Da sempre grande appassionato del mondo radiofonico, nel Febbraio del 2012, è cofondatore con Lorenzo Russo di Radio TIN, evolutosi in seguito nel blog Tin Napoli. Nel Giugno del 2013 collabora con la web radio locale RadioSca, dove conduce quattro appuntamenti di Generazione X, il programma da lui ideato, insieme a Lorenzo Russo. Il 12, 13, 14 e 15 Giugno 2014, prende parte al corso di conduzione radiofonica, presso Radio Crc Targato Italia, con insegnanti Max Poli e Rosaria Renna. Da Aprile 2014 inizia a collaborare con il periodico online Libero Pensiero News, dove dal Settembre dello stesso anno assume l'incarico di coordinatore della sezione locale di Napoli e Provincia. Da Aprile 2015 intraprende la collaborazione con Radio Amore Napoli come inviato. Nel Novembre 2015 è cordinatore del ciclo di seminari ''GIORNALISMO E NUOVA COMUNICAZIONE'' organizzato dalla Testata Giornalistica ''Libero Pensiero News'', insieme all'Unione degli Universitari presso il Dipartimento di Scienze Sociali dell'Università degli studi di Napoli Federico II