POMIGLIANO D’ARCO – L’Unione degli Studenti Pomigliano D’Arco denuncia l’inattività nonostante i 17 milioni di Euro già stanziati. E intanto le scuole sono costrette a pagare i privati per far permettere agli studenti di svolgere regolarmente le lezioni.

E’ inaccettabile che siano passati 11 anni e ancora non abbiamo visto niente mentre la situazione in alcune scuole continua a peggiorare. Il progetto della cittadella è stato ideato nel 2004 e prevedeva, secondo la società Gnosis, un complesso di 7 edifici ellissoidali, 2 palestre e un auditorium. La struttura avrebbe dovuto ospitare nelle sue 100 aule il Liceo Scientifico e delle Scienze Umane “S. Cantone” e l’I.S.I.S. “Europa.
Tutt’oggi invece questi due istituti sono costretti a far studiare gli studenti in edifici privati non adatti all’attività didattica, talvolta sprovvisti di palestre e in condizioni inaccettabili. Nessuno, dopo più di 10 anni (con l’alternarsi di amministrazioni comunali e provinciali di centro-destra e centro-sinistra), è stato in grado di fornire informazioni precise riguardo gli esiti della gara d’appalto indetta per la realizzazione del progetto nel dicembre 2012 con scadenza 29/04/2013. Qualsiasi istituzione cui facessimo riferimento, ci reindirizzava a qualche altro ente che, a sua volta, non sapeva dirci nulla del progetto e dei €17’000’000 stanziati per realizzarlo.

CITTADELLAAbbiamo provato a rivolgerci ad i vari uffici dell’ex-provincia (ora Città metropolitana) in maniera decisa ma con risultati scarsi, le risposte erano delle più varie: “i fondi non ci sono più”, “La provincia è in dissesto finanziario”, “Le leggi in materia sono cambiate rendendo impossibile la realizzazione del progetto”. Ad oggi, dopo svariati tentativi, noi, i nostri genitori e finanche l’amministrazione dei nostri istituti non sappiamo che fine abbiano fatto i fondi.
Chiediamo a chi di competenza di informare la popolazione tutta di quanto è avvenuto in questi 10 anni e come si ha intenzione di risolvere questa ostica situazione. Non vogliamo promesse o contentini ma vogliamo un impegno serio da parte di chiunque si voglia candidare alle prossime elezioni, sia le amministrative di Pomigliano che quelle Regionali. “Crediamo che ripartire dalla scuola sia quanto mai necessario e per farlo è fondamentale garantire a tutte e tutti la possibilità di studiare in luoghi idonei e sicuri”

UNIONE DEGLI STUDENTI POMIGLIANO