Stardust è la mostra di David Bailey che si terrà fino al 2 Giugno 2015 al Padiglione d’Arte Contemporanea di Milano.

Più di trecento fotografie raccontano cinquant’anni di attività del fotografo londinese. Bailey ha curato personalmente la mostra, con la collaborazione la National Portrait Gallery di Londra e con il magazine ICON, che raccoglie le opere più significative e memorabili.

shrimpEgli è considerato uno dei maggiori esponenti della fotografia contemporanea. Nato a Londra nel 1938, spinto dalla passione per la fotografia, inizia come autodidatta per poi divenire assistente del fotografo John French ed in seguito fotografo di moda per la rivista Vogue. Lavorando anche come freelance, ha catturato la cosiddetta Swinging London degli anni sessanta: un insieme di tendenze e dinamiche culturali che si svilupparono in Gran Bretagna in quel periodo, che vide un cambiamento nella musica con idoli come i Beatles, i Rolling Stones e i Who, oltre che nella moda con le minigonne. Un film che si ispirò al lavoro di Bailey in questo periodo fu Blow up di Michelangelo Antonioni del 1966.

Oltre alla fotografia di moda, l’artista si è dedicato anche alle copertine dei dischi per vari musicisti e ha diretto molti documentari e pubblicità televisive. Tra il 2001 ed il 2005 si è dedicato al suo progetto Democracy, il quale tratta immagini di nudo di persone sconosciute. Inoltre, nel 2014, ha fotografato la regina d’Inghilterra per il suo ottantesimo compleanno.

10850013_647474895356592_4451129788550303076_nI Beatles, i Rolling Stones, Meryl Streep, Johnny Depp, Andy Warhol, Jack Nicholson, Salvador Dalì e molti altri sono stati protagonisti degli scatti di David Bailey.

Alla mostra potrete ammirare la fotografia di moda, la fotografia alla natura morta fino ad arrivare ai viaggi. Immancabili sono le immagini dell’India, del Sudan, dell’Australia e della Papua Nuova Guinea. Infine troverete le opere dell’East End londinese e quelle delle Pin-Up.

Dunque, al PAC più di mezzo secolo attraverso gli occhi di Bailey vi lasceranno senza parole.

Ulteriori informazioni: www.pacmilano.it

Ilaria Cozzolino

CONDIVIDI
Articolo precedenteIl Vintage, tra passato e futuro
Articolo successivoI disegni di Gian Lorenzo Bernini a Palazzo Barberini
Ilaria Cozzolino nasce a Napoli il 24 novembre 1993. Dopo aver conseguito il diploma al Liceo Linguistico, continua il suo percorso di studi all'Accademia di Belle Arti di Napoli al corso di Fotografia-Cinema-Televisione. Dall'età di 21 anni espone come artista presso la galleria di arte contemporanea "A01" di Napoli. Da marzo 2015 collabora come caporedattrice per Libero Pensiero News.