La Johannesburg Art Gallery ha consentito di allestire, con la sua ricca collezione artistica, le Scuderie del Castello Visconteo di Pavia insieme alla collaborazione di ViDi e Simona Bartolena.

21196_647079352062813_546836357836594960_nDal 21 Marzo al 19 Luglio 2015 la mostra “Capolavori della Johannesburg Art Gallery. Da Degas a Picasso” vi consentirà di ammirare più di sessanta opere di artisti protagonisti del XIX e del XX secolo.

Con Edgar Degas osserverete come le riunioni serali al Caffè Guerbois lo abbiano messo spesso in contrasto con le idee degli impressionisti ma allo stesso tempo fu definito anch’egli uno di loro per la sua attenzione esasperata al movimento, nonostante la sua pittura possedesse una linea che contornava l’oggetto, ritraesse la vita cittadina e dipingesse in studio. In seguito passerete attraverso il periodo del puntillismo con Paul Signac, il quale usò le pennellate in funzione simbolica dopo il suo breve periodo puntinista. Con Paul Gauguin vi troverete di fronte alla fuga dalla società conformista: abbandonò la vita borghese per dedicarsi interamente alla pittura a costo di affrontare la miseria. Infine, approderete nel pieno della Pop Art con Andy Warhol e Roy Lichtenstein: entrambi icone del movimento artistico.

11062326_647079358729479_7637946302058266279_nNon va dimenticata la presenza di Francis Bacon, Vincent Van Gogh, Pablo Picasso, Antonio Mancini e Dante Gabriel Rossetti.

Ma il percorso di “Capolavori della Johannesburg Art Gallery. Da Degas a Picasso” è anche strutturato in modo da far conoscere la storia della Johannesburg Art Gallery e della sua nascita grazie alla collezionista Lady Florence Phillips. Il primo dipinto della mostra è proprio un ritratto della donna a quarantasei anni firmato da Antonio Mancini, un elogio a quest’ultima per la sua tenacia nel portare avanti un progetto in ambito artistico con lo scopo di preservare molti dei capolavori, attraverso la sua donazione ed acquisizione, di cui possiamo godere ancora oggi.

Ulteriori informazioni: www.scuderiepavia.com

Ilaria Cozzolino