All’Università degli Studi di Salerno, il 23 Marzo 2015, nel corso dell’incontro di studio “LIVELLI TERRITORIALI DI GOVERNO, FONDI EUROPEI, RICERCA SCIENTIFICA E SVILUPPO DEL MEZZOGIORNO” (a cui erano presenti i rettori delle maggiori Università del Mezzogiorno, da Tor Vergata a Messina), Graziano Delrio, il favorito al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, dopo le dimissioni di Maurizio Lupi del 20 Marzo, ha espresso apertamente il suo punto di vista: Vincenzo De Luca, essendo il vincitore delle primarie in Campania, avrà tutto il sostegno necessario da parte della direzione nazionale del Partito Democratico. Delrio lo definisce “il caro Vincenzo” e aggiunge:

delrio_tommasetti-e1427126394720-310x165

“Vincenzo lo sa, può parlare con me quando vuole”

sorvolando sulla questione dell’abuso d’ufficio, dell’incompetenza del Tar in materia, della Legge Severino e della discesa in campo della Corte Costituzionale.

“Se il Sud non riparte” – avvisa Delrio – “non riparte l’Italia e bisogna innanzitutto migliorare le strategie di sviluppo. Sull’impiego dei fondi europei basta con gli investimenti a pioggia. Occorrono grandi strategie e grande disciplina”. 

In aula, oltre a De Luca, si intravede Andrea Cozzolino, come a sottolineare un vecchio concetto: “il bene del partito viene prima di tutto”, cioè che nonostante la sconfitta, i personalismi non devono subordinare l’interesse generale del gruppo. Anche a lui Delrio dedica qualche parola nel suo discorso: un saluto generico agli “eurodeputati presenti”.

Cozzolino ribadisce:

“Dobbiamo allargare la coalizione verso Sel e verso l’area popolare. Bisogna mettere il risultato in sicurezza. Ho già avuto un contatto con Vendola”.

Il convegno oggi sarà chiuso da Gaetano Silvestri, presidente emerito della Corte costituzionale. In sala anche i dirigenti del Pd Stefano Graziano e Assunta Tartaglione, segretario regionale, che ha toccato i temi della trasparenza: “Per le liste pulite seguiremo il nostro codice etico e chiederemo un supporto alle prefetture”.

Vincenzo De Luca, dal canto suo, comunica la sua più completa disponibilità, nel corso di un’intervista. Se il Tar è incompetente, si passerà al tribunale ordinario, ma non si percepisce neanche la benché minima preoccupazione. Al contrario, proprio in questi giorni, la Cassazione riprende il caso di Luigi De Magistris ed Enzo De Luca ed il 26 Maggio avrà luogo il giudizio di merito, a quattro giorni dalla data fissata per le votazioni. La sospensione da una carica elettiva “si differenzia dalla decadenza soltanto perché a tempo determinato e non a tempo indeterminato”, e dunque “anche la controversia che questa concerne spetta alla cognizione del giudice ordinario” perché inerente a un “diritto soggettivo”, secondo il Procuratore Generale Luigi Salvato.

Link Fisciano, nella persona di Francesco Curcio, coordinatore dell’associazione universitaria, dichiara:

“Innanzitutto, per gestire dei fondi, c’è bisogno di correttezza e trasparenza in materia.  Viviamo la condizione esasperante di un ateneo slegato dalla città da cui prende il nome, con un trasporto pubblico locale allo sfascio, che non permette di raggiungere il luogo in cui si studia. Garantire il trasporto pubblico significa garantire il diritto allo studio e lo smantellamento del consorzio Unico Campania non va certo in questa direzione. Vincenzo De Luca, nella figura di candidato alle regionali per il Partito Democratico, non ha mai ammesso le sue responsabilità politiche in merito alla questione e sentirlo parlare di giovani e finanziamenti, è stato un insulto ad una generazione. L’aumento della tassa regionale per il diritto allo studio del 126%, varata dalla giunta Caldoro, non ha apportato nessun incremento alla percentuale di copertura delle borse che permangono ad un livello quasi disastroso (circa il 35% degli idonei percepiscono la borsa ndr.)”

Servizio Tg Regione Campania

Sara C. Santoriello De Luca De Luca De Luca De Luca De Luca

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteAfghanistan: Farkhunda, lapidata in piazza per oltraggio al Corano
Articolo successivoCasal Di Principe accoglie le opere degli Uffizi
Rappresentante degli studenti nel Consiglio Didattico di Scienze Politiche all'Università degli studi di Salerno (2015-2017). Consigliere del Forum dei Giovani di Cava De' Tirreni. Membro della Direzione Nazionale dell'Unione Degli Studenti (biennio 2014-2016). Esecutivo di Link Fisciano (2016-2018). Segretaria della CPS (biennio 2011-2013). Reporter per AsinuPress e LiberoPensiero. Per Polis SA Magazine gestisce la rubrica "Around The Corner".