Il Movimento 5 Stelle perde altri pezzi. Questa volta in Campania, ad Ischia, dove i militanti del M5S hanno deciso di abbandonare tutto. Lo si legge in un comunicato stampa, dove gli ormai ex grillini spiegano che “la struttura del Movimento al di fuori dei confini isolani si è palesemente mostrata indifferente se non ostile alle iniziative ed alle istanze che il gruppo territoriale di Ischia ha fiduciosamente consegnato nelle mani dei propri e presunti portavoce”.

Il riferimento, probabilmente, è diretto alle loro rivendicazioni che, i parlamentari, non hanno colto, sulla questione dell’abusivismo e dei trasporti marittimi, dove, si accusano i propri rappresentanti di non aver preso questi temi e portarli in Parlamento “questo non è avvenuto, con iniziative parlamentari e legislative del tutto slegate dal territorio, frutto della sola attività indipendente dei parlamentari. Al riguardo, lo stesso portale si è mostrato uno strumento del tutto inadeguato ed esclusivamente di facciata”.

Di seguito le lamentele del gruppo di Ischia fanno riferimento anche ai rapporti politici e personali con i parlamentari: “A ciò (i problemi dell’attività parlamentare, ndr) si sommano presenze sull’isola d’Ischia di portavoce senza alcuna ricerca di contatto con il gruppo di Ischia, con la partecipazione ad eventi di natura stucchevolmente mondana o comunque in conferenze su argomenti per i quali il gruppo locale si aspettava un logico e dovuto coinvolgimento”.

Il comunicato va avanti: “Non intendiamo ulteriormente lavorare per un simbolo e per una struttura che non ha in alcun modo mostrato quella necessaria presenza ed il dovuto rispetto per un gruppo che è sempre stato responsabilmente attivo sin dai tempi degli Amici di Grillo, prima ancora della nascita del Movimento.

Il Meetup, la cui esistenza richiede anche un esborso periodico, verrà lasciato a chi intende portarne avanti l’attività, avendo la maggioranza degli attivisti deciso di creare una nuova, indipendente e gratuita piattaforma di confronto ed organizzazione per portare avanti le battaglie con lo spirito, i principi ed i programmi in cui il gruppo di Ischia ha sempre creduto.”

Qui l’intero comunicato