NAPOLI – Come anticipato qualche giorno fa da Libero Pensiero News sarà Salvatore Vozza il candidato Presidente della Sinistra per la corsa a Palazzo Santa Lucia. Vozza 62 anni, attuale Segretario regionale di Sel, con trascorsi da parlamentare ha ufficializzato la sua candidatura, questa mattina, in una conferenza stampa all’Hotel Terminus. L’ex sindaco di Castellamare di Stabia, dunque, guiderà la coalizione di sinistra composta da Sinistra Ecologia e Libertà, Partito Comunista d’Italia, Rifondazione Comunista, Sinistra in movimento, Partito del Lavoro, Act, Green Italia. Prima di iniziare la conferenza abbiamo intervistato in esclusiva il candidato Presidente Vozza.

Da cosa nasce l’esigenza di questa candidatura?

”Nasce innanzitutto da un giudizio su Caldoro e su come ha governato la Campania, che è disastrata in tutti i campi e settori. Bisogna mandare a casa Caldoro e il centrodestra. Il PD non è stato capace di offrire un’alternativa credibile. Rischiamo di trovarci in una fase di stallo con De Luca che non può essere eletto governatore. Per questo vogliamo mettere in campo un’alternativa e ci candidiamo a governare la Campania”.

Le ultime dichiarazioni del Segretario di Rifondazione Comunista di Napoli, Gabriele Gesso, ieri ha espresso diverse criticità sulla sua candidatura, possono creare problemi nel prosieguo della campagna elettorale?

”Ritengo di no. Se siamo arrivati a presentare questo lavoro programmatico serio è perchè abbiamo lavorato con L’Altra Europa, con l’Appello di Maggio e con lo stesso Gesso. Sono convinto che con i compagni i quali hanno espresso perplessità ci incontreremo di nuovo molto presto”.

10985900_1619947394906039_3247229026698872947_n

Nel corso della conferenza, Vozza non risparmia attacchi al governatore Caldoro: ”Caldoro – dice Vozza – è stato un candidato invisibile e solo ora si sta manifestando con i pacchi di Natale. Intanto Vincenzo De Luca non può essere candidato. Noi rappresentiamo la reale alternativa al centrodestra”. Poi l’attacco al partito di Renzi: ”Non dobbiamo consegnarci al PD, il quale in queste settimane ha dato un pessimo spettacolo di se stesso”. Sul Premier dice: ”Scappa dalla Campania”, riferendosi alla questione dell’imbarazzo evidente di Renzi sul caso De Luca.

Sui recenti episodi di criminalità: ”La Camorra – continua – si sta impadronendo di questa regione e il governo assiste impotente. Il lavoro e i giovani per noi rappresentano una priorità assoluta. Dobbiamo intervenire su scuola, università e ricerca”. Parole forti sulla sanità:”La gente rinuncia a curarsi perchè non ha i soldi necessari per farlo. La sanità va rivoltata. Caldoro annuncia prima il risanamento della sanità, poi allo stesso tempo si appresta a nominare un nuovo commissario”. Sul commissariamento di Bagnoli arriva un secco no: ”Questo governo non è adatto ad assumere decisioni per il Porto e per Bagnoli. Renzi dov’è?”. In sala anche i parlamentari Arturo Scotto e Peppe De Cristofaro.

10421586_1619950414905737_4675562178453556087_n

Applausi quando prende parola lo scrittore, Maurizio De Giovanni:”Questa regione – dice De Giovanni, riferendosi a De Luca – è stata abbandonata da chi ha perso le elezioni 5 anni fa, chi perde in democrazia resta nelle istituzioni a rappresentare l’opposizione, invece, Vincenzo De Luca è tornato a Salerno a fare il Sindaco”.

Pasquale De Laurentis
@pasqdelaurentis

CONDIVIDI
Articolo precedenteDe Luca contro “Il Mattino”, ecco la risposta dei giornalisti
Articolo successivoLe strane simmetrie “erotiche” dello spin doctor di Salvini

Nasce a Napoli.
Consegue il diploma al Liceo Classico Giuseppe Garibaldi di Napoli.
E’ qui eletto rappresentante d’istituto dal 2004/2005 al 2008/2009.
È cofondatore del giornale scolastico “L’Idea”.
Nel settembre 2008, insieme ad altri componenti del Comitato Studentesco, è ospite in uno speciale del Tg di Italia Mia dedicato alla scuola, al quale partecipano gli assessori all’istruzione Gabriele, Cortese e Rispoli.
Nel 2005 inoltre, diviene il responsabile provinciale di Napoli dell’Unione degli Studenti, dove è protagonista di numerose battaglie contro l’allora Ministro dell’Istruzione Letizia Moratti. Nel 2008 partecipa attivamente al movimento studentesco dell’Onda, mentre nel 2009 si iscrive al corso di laurea in Scienze Politiche presso l’Università degli studi di Napoli l’Orientale.
Da sempre grande appassionato del mondo radiofonico, nel Febbraio del 2012, è cofondatore con Lorenzo Russo di Radio TIN, evolutosi in seguito nel blog Tin Napoli.
Nel Giugno del 2013 collabora con la web radio locale RadioSca, dove conduce quattro appuntamenti di Generazione X, il programma da lui ideato, insieme a Lorenzo Russo.
Il 12, 13, 14 e 15 Giugno 2014, prende parte al corso di conduzione radiofonica, presso Radio Crc Targato Italia, con insegnanti Max Poli e Rosaria Renna.
Da Aprile 2014 inizia a collaborare con il periodico online Libero Pensiero News, dove dal Settembre dello stesso anno assume l’incarico di coordinatore della sezione locale di Napoli e Provincia.
Da Aprile 2015 intraprende la collaborazione con Radio Amore Napoli come inviato.
Nel Novembre 2015 è cordinatore del ciclo di seminari ”GIORNALISMO E NUOVA COMUNICAZIONE” organizzato dalla Testata Giornalistica ”Libero Pensiero News”, insieme all’Unione degli Universitari presso il Dipartimento di Scienze Sociali dell’Università degli studi di Napoli Federico II