Giunto alla sua 8° edizione, ritorna anche quest’anno la mostra evento “Energymed” sulle fonti rinnovabili e l’efficienza energetica.

Le fonti rinnovabili e tutto ciò che vi è intorno sono al centro dei piani per la sostenibilità ambientale e “Energymed” rappresenta una vetrina, il luogo ideale per confrontarsi sulla situazione attuale, sui progressi raggiunti, sullo stato delle ricerche riguardo l’energia alternativa come i pannelli solari, l’eolico, le caldaie a biomasse; un confronto sul recupero di materiale e energia dai rifiuti, fino ai veicoli a basso impatto ambientale. “Energymed” sarà a Napoli alla fiera d’oltremare.

Questa manifestazione evento vede la presenza di tre sezioni dedicate all’efficienza energetica: “ENEREFFICIENCY”, “RECYCLE” e “MOBILITY”, settore che riguarda la mobilità sostenibile. Ci sono molte novità quest’anno su uno spazio di 8.000 metri quadri con un ampio programma e numerosi eventi e riunioni; numerosi gli esperti del settore che hanno scelto “Energymed” per portare la propria proposta e la propria visione dell’energia alternativa; rappresentanti delle principali imprese parteciperanno ai workshop e agli incontri business to business.

Lo scopo di “Energymed” è fare sì che l’evento-mostra sia un aggiornamento professionale ma sia anche un incontro tra varie aziende nazionali e europee per uno scambio di idee e progetti, un confronto su tutto ciò che è “l’energia moderna” allo stato attuale, le difficoltà strutturali e economiche che si possono incontrare, un confronto su tutte le potenzialità del settore, come esso può essere migliorato e quali alternative può offrire. “Energymed” è una tre giorni di confronto di idee sulle nuove tecnologie, sulle sperimentazioni ambientali che sono state fatte fino ad ora; “Energymed” è un focal point per imprese, enti locali, centri di ricerca, tecnici, ingegneri, operatori che così potranno confrontarsi sui temi delle energie rinnovabili, sui temi della mobilità sostenibile, sulle energie frutto del riciclo, una grande occasione di business, di visibilità e di crescita per tutto il settore divenuto assolutamente di primaria importanza.

Certo, ci vuole tempo e una politica forte per sostenere una ricerca che si focalizzi sull’energia rinnovabile, ed è questo purtroppo il nodo maggiore da superare. “Energymed” desidera appunto far crescere e dare spinta al settore per una migliore qualità di vita che investe ormai moltissimi settori; tutti, possiamo dire, perché tutto va avanti con l’energia e essa ha urgente bisogno di alternative valide e non inquinanti. La manifestazione al motto di “green innovations” serve anche per capire meglio la materia in assoluta espansione e che ormai riguarda tutti gli abitanti del pianeta, un avvicinarsi alla “green Energy” e a tutte le sue potenzialità.

Daniela Merola