A 10 giornate dal termine del campionato, tutto, o quasi, sembra ancora aperto. Lo scudetto infatti sembra cosa fatta per la Juventus, che forte del +14 sulla Roma seconda, può dormire sonni tranquilli, concentrandosi soprattutto sull’impegno in Champions League.  Discorso completamente diverso per quanto riguarda un piazzamento per le coppe. Le squadre che in questo momento lottano per l’Europa sono Roma, Lazio, Sampdoria, Napoli e Fiorentina con Torino e Milan molto più staccate dal gruppetto iniziale. Nella scorsa giornata di SerieA si è vista una Lazio in forma, trascinata da un Felipe Anderson sempre più uomo squadra, e ora in grado di sognare davvero un piazzamento nella competizione continentale più importante, dato che l’ultima apparizione della Lazio in Champions è datata 11 dicembre 2007, con una sconfitta in casa del Real Madrid. Il cammino dei biancocelesti probabilmente verrà deciso nelle ultime 4 giornate, dove gli uomini di Pioli affronteranno Inter e Roma in casa, e Sampdoria e Napoli in trasferta. Calendario più agevole per la Roma, che grazie alla soffertissima vittoria di Cesena per 0-1 è riuscita a chiudere un periodo nerissimo, con l’eliminazione dall’Europa League, e il sogno scudetto ormai sfumato. Gli uomini di Garcia devono cercare di dare continuità, e soprattutto ritrovare quel gioco spumeggiante e quella sicurezza nei proprio mezzi, che sembrano stati distrutti dal Bayern Monaco in quel 1-7 casalingo.

L’outsider di turno sembra essere la Sampdoria, che grazie al fantastico lavoro di Mihajlovic e dell’eccentrico presidente Ferrero, è ora al quarto posto, dopo la vittoria casalinga contro l’Inter, grazie ad un gol di Eder, a +1 sul Napoli. I blucerchiati se continuano così possono davvero lottare fino alla fine, anche se alcune partite potrebbero interrompere la cavalcata. La squadra più in difficoltà in questo periodo sembra invece in Napoli, con un Benitez che si sta dimostrando sempre di più allenatore da coppa e non da campionato. La qualificazione ai quarti di Europa League è arrivata in modo molto convincente e comodo, a differenza di un cammino in SerieA sempre più incostante, con una squadra che sembra davvero troppo umorale. Il reparto offensivo però è di primissimo livello, all’altezza di una qualificazione in Champions. In ben altre acque navigano invece le milanesi, sempre più in difficoltà, non riuscendo mai a dare una sensazione di continuità di gioco e risultati.

SerieA: nelle retrovie per conquistare la salvezza

Come non capitava da un po’ di tempo a questa parte, la situazione retrocessione sembra essere meno calda del solito. Il Parma, dopo il fallimento, sembra essere davvero spacciato, con giocatori sempre più demotivati. Cesena e Cagliari, entrambe a 21 punti, hanno l’obbligo di dare la caccia all’Atalanta, che è a soli 5 punti di distanza; la quota salvezza quindi è al di sotto dei canonici 40 punti. La squadra più in forma sembra in Cesena, che con 5 punti nelle ultime 4 classifiche sembra possa avere qualche possibilità. Cagliari e Atalanta, anche dopo i cambi di panchina, sembrano essere ancora in difficoltà, dopo un’annata ben al di sotto delle aspettative. L’unica cosa sicura è che mancano 30 punti alla fine del campionato, e in 10 giornate può succedere davvero di tutto.

Fgonte immagine in evidenza: google.it

Biagio Dell’Omo