NAPOLI – Ancora scontri tra antifascisti ed estremisti di destra

0
86

NAPOLI – Tafferrugli e scontri, questa mattina in Via Foria davanti alla sede di Casapound tra i movimenti antifascisti ed alcuni esponenti dei gruppi antagonisti di estrema destra

I FATTI – Nella giornata di Martedì 31 Marzo, alcuni membri facenti capo a Blocco Studentesco si erano presentati fuori la sede centrale del Liceo Cuoco – Campanella di Via Annibale de Gasperis,  con l’intento di effettuare un volantinaggio.
Gli studenti del Liceo avevano immediatamente invitato Blocco Studentesco ad allontanarsi, i quali a sua volta – come si legge nella nota diffusa ieri dal collettivo – ”armati di cinte e sfollagenti hanno attaccato noi studenti sperando di intimorirci.
Non ci siamo lasciati intimidire, abbiamo reagito e resistito duramente all’aggressione, costringendoli a ripiegare verso la sede di Casapound non distante dalla scuola”.

Mercoledì 1 Aprile la Rete Antifascista Napoletana ha così organizzato un presidio, poi sfociato in corteo, a sostegno degli studenti e delle studentesse del “Vincenzo Cuoco” per i fatti del 31 Marzo.
Il corteo si è diretto sotto la sede di Casapound Napoli di Via Foria dove i movimenti antifascisti hanno duramente contestato i militanti di Casapound con cori ed esponendo uno striscione ”Cuoco-Campanella Antifascista, Guai a chi ci Tocca”.
La situazione è degenerata nel momento in cui gli stessi militanti di Casapound, armati di caschi, sfollagente e bastoni, hanno pressato il cordone di polizia a loro protezione lanciando diversi oggetti tra cui sassi, tubi e bulloni.
Casapound Napoli, intanto, apostrofa sul web come ”reazione prevedibile” quella dei collettivi di sinistra i quali sono appoggiati da De Magistris”

Solidarietà agli studenti e alle studentesse del Liceo Cuoco-Campanella è giunta anche dal Consigliere della III Municipalità del Comune di Napoli, Gennaro Acampora il quale scrive:”Via Foria e Piazza Carlo III e nello specifico il Liceo Cuoco\Campanella non possono essere luogo di ”conquista” di Fascisti come Casapaund e Blocco Studentesco.
In queste settimane in queste zone – prosegue Acampora – i gruppi fascisti hanno prima regalato pasta per strada, poi iniziato presidi fuori le scuole.
LA ‪#‎NaMunicipalita3‬ non può stare al gioco finto sociale, fascista.
Slogan razziali e finte prese di posizioni sono ciò che meno serve ad un quartiere ed un territorio che invece ha bisogno di rilancio sociale e volontariato vero.
‪#‎volontariato365giorni‬ ‪#‎novolontariatoelettorale‬”– conclude.

casapound1Nel pomeriggio di ieri una delegazione di studenti del Liceo Cuoco-Campanella e del coordinamento studentesco KAOS ha incontrato nella sede del comune di Napoli di via Verdi l’Assessore al Patrimonio, Sandro Fucito, mentre questa mattina la Rete Antifascista Napoletana ha effettuato un volantinaggio informativo in Via Foria.

Pasquale De Laurentis
@pasqdelaurentis

CONDIVIDI
Articolo precedenteLa denuncia di STOP OPG: ”Gli internati sono persone, non pacchi”
Articolo successivoEmily Bronte, specchio della Victorian age
Nasce a Napoli. Consegue il diploma al Liceo Classico Giuseppe Garibaldi di Napoli. E’ qui eletto rappresentante d’istituto dal 2004/2005 al 2008/2009. È cofondatore del giornale scolastico “L’Idea”. Nel settembre 2008, insieme ad altri componenti del Comitato Studentesco, è ospite in uno speciale del Tg di Italia Mia dedicato alla scuola, al quale partecipano gli assessori all’istruzione Gabriele, Cortese e Rispoli. Nel 2005 inoltre, diviene il responsabile provinciale di Napoli dell'Unione degli Studenti, dove è protagonista di numerose battaglie contro l’allora Ministro dell’Istruzione Letizia Moratti. Nel 2008 partecipa attivamente al movimento studentesco dell'Onda, mentre nel 2009 si iscrive al corso di laurea in Scienze Politiche presso l'Università degli studi di Napoli l’Orientale. Da sempre grande appassionato del mondo radiofonico, nel Febbraio del 2012, è cofondatore con Lorenzo Russo di Radio TIN, evolutosi in seguito nel blog Tin Napoli. Nel Giugno del 2013 collabora con la web radio locale RadioSca, dove conduce quattro appuntamenti di Generazione X, il programma da lui ideato, insieme a Lorenzo Russo. Il 12, 13, 14 e 15 Giugno 2014, prende parte al corso di conduzione radiofonica, presso Radio Crc Targato Italia, con insegnanti Max Poli e Rosaria Renna. Da Aprile 2014 inizia a collaborare con il periodico online Libero Pensiero News, dove dal Settembre dello stesso anno assume l'incarico di coordinatore della sezione locale di Napoli e Provincia. Da Aprile 2015 intraprende la collaborazione con Radio Amore Napoli come inviato. Nel Novembre 2015 è cordinatore del ciclo di seminari ''GIORNALISMO E NUOVA COMUNICAZIONE'' organizzato dalla Testata Giornalistica ''Libero Pensiero News'', insieme all'Unione degli Universitari presso il Dipartimento di Scienze Sociali dell'Università degli studi di Napoli Federico II

NESSUN COMMENTO