Expo 2015: la campagna pubblicitaria del PD e la fine dell’ideologia

0
106

“Hai meno di 30 anni?Iscriviti al PD”. E’ questa la campagna pubblicitaria del Partito Democratico di Milano, che invita le persone ad iscriversi al partito per avere un biglietto omaggio di Expo 2015.

L’iniziativa, che fa tanto discutere, è stata promossa da Pietro Bussolati, segretario del PD milanese. Sul portale pdmilano.net si legge:
“Il PD è l’unico partito a Milano ad essere rivenditore ufficiale dei biglietti per Expo 2015 – spiega il Segretario Bussolati – questo perché crediamo fortemente nel successo della manifestazione e vogliamo, come è nel nostro dna, metterci a disposizione della città anche in questa importante occasione. Vogliamo che tanti milanesi visitino Expo. Per questo abbiamo deciso di acquistare e rivendere i tagliandi ai nostri iscritti con una promozione dedicata. E per i giovani under 30, che si iscriveranno al Partito Democratico di Milano, un’opportunità in più: con 25 euro riceveranno tessera 2015 e  un biglietto per visitare Expo.  Il PD vuole essere un soggetto vivo e protagonista a Milano e nella sua Area Metropolitana, con un’attenzione ai più giovani, offrendo loro l’opportunità di partecipare alla vita politica  e pubblica della città.”

10610943_849623528430080_9105725526670201855_n

Tantissime le critiche e gli sfottò che giungono dai social network! Tra questi: “Bella operazione commerciale… ma siete un partito o un centro commerciale?”, oppure “Se compri anche il vino di D’Alema il biglietto Expo te lo danno gratis”. 


Sulla propria pagina Facebook, il PD ha risposto alla disapprovazione totale ricevuta, dicendo: “Siamo onorati di tutta l’attenzione che si sta dando all’affaire “il pd vende i biglietti di expo”. State sereni!Il pd di Milano è in regola con le procedure di rivendita dei biglietti di Expo essendo un rivenditore ufficiale autorizzato come molti altri in città e fuori. Possiamo far avere ai nostri iscritti ad un prezzo vantaggioso i biglietti aperti, e a nostra discrezione (non ricevendo alcun finanziamento pubblico ma basandoci solamente, da ormai 1 anno, su libere sottoscrizioni volontarie) abbiamo scelto di far avere ai giovani la possibilità di visitare l’esposizione universale ad un prezzo ridotto e per loro accessibile. Le università stanno agevolando la visita ad expo per i loro studenti, noi abbiamo pensato di contribuire ad allargare quest’offerta anche ai giovani che universitari non sono offrendo loro sia la possibilità di partecipare alla vita del nostro partito che quella di vedere l’esposizione. In ogni caso, a brevissimo, sarà pubblicato il regolamento finanziario per esteso che darà i dettagli di tutta l’operazione.”

Una cosa è certa: il PD di Milano ha ucciso l’ideologia.


Andrea Palumbo

NESSUN COMMENTO