Firenze. Oggi 8 Aprile è stato inaugurato il festival internazionale Middle East Now, che si concluderà il 13 Aprile 2015.

Middle East NowMiddle East Now è una rassegna cinematografica che, attraverso film e documentari, racconta la cultura e la società dei paesi del Medio Oriente contemporaneo. Ben sei giorni di proiezione coinvolgeranno giovani registi provenienti da Iran, Iraq, Israele, Palestina, Qatar, Kurdistan, Afghanistan, Emirati Arabi, Libano, Giordania e Arabia Saudita. Questa è un’occasione da non perdere: il pubblico potrà confrontarsi sul piano politico, religioso e sociale con questi paesi. Inoltre gli stereotipi e i luoghi comuni saranno dimenticati per dar spazio ad una realtà affascinante ed enigmatica che caratterizza il Medio Oriente. Oltre quaranta film saranno proiettati tra Cinema Odeon, Cinema Stensen e altre location della città. Ospite d’onore alla rassegna sarà l’attrice iraniana Fatemeh Motamed-Arya, la quale ha recitato in oltre 50 film diventando una delle attrici più celebri del cinema iraniano degli ultimi decenni.

Sul palco del Cinema Odeon affermati giornalisti, saggisti ed esperti, terranno approfondimenti e presenteranno libri su temi forti e di attualità in Medio Oriente. Tra gli ospiti anche Patrick Cockburn, lo scrittore e giornalista di The Independent. Quest ultimo, insieme al professore Olivier Roy dell’Istituto Universitario Europeo, discuteranno sull’argomento L’ISIS, il grande gioco della disinformazione.

Al contempo, alla galleria Etra – Studio Tommasi, si terrà la mostra Everyday Middle East, il progetto di reportage fotografico nato su Instagram e lanciato da alcuni fotografi che lavorano in Medio Oriente e Nord Africa. Attraverso questo progetto, i fotografi vogliono presentare una visione realistica della quotidianità in quella parte del mondo spesso vista in modo distorto. La fondatrice è la reporter canadese Lindsay Mackenzie, la quale sarà presente all’inaugurazione della mostra l’11 Aprile.Middle East Now

Infine si terrà la terza edizione del workshop sul cinema documentario in collaborazione con Greenhouse. Cinque progetti saranno selezionati e analizzati per poter permettere ai registi di incontrare la fondatrice e managing director di Greenhouse, Sigal Yehuda.

Dunque, l’obiettivo del festival Middle East Now è di abbattere paure e pregiudizi che separano l’Italia dai Paesi del Medio Oriente.

Ulteriori informazioni: www.middleastnow.it/now/

Ilaria Cozzolino