Bagnoli sfida Renzi

0
55

NAPOLI – All’istituto alberghiero di Bagnoli Rossini, in una sala gremita è andata in scena l’assemblea pubblica dove giovani e attivisti di Bagnoli hanno incontrato il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris e l’assessore all’Urbanistica, Carmine Piscopo.

L’ex Pm ha così presentato, insieme all’assessore, le linee guida del nuovo piano di rilancio urbanistico di Bagnoli approvato dal Consiglio comunale.
De Magistris si è detto d’accordo con i movimenti riguardo l’arretramento di Città della Scienza per lasciare spazio alla spiaggia pubblica.
”Dobbiamo trovare una sintesi con i cittadini, intorno al piano approvato dal Consiglio comunale” – dice il sindaco.

Dure le parole usate dallo stesso De Magistris su Renzi:”La nomina del commissario per Bagnoli è chiaramente una violazione della Costituzione. Non si può esautorare il ruolo dell’ente locale e della sua assemblea scelta dai cittadini. Chi pensa che l’unico modo  per non rompere in modo traumatico gli equilibri costituzionali sia attribuire al sindaco il ruolo di commissario di Bagnoli fa dichiarazioni di buon senso perchè questa amministrazione resta contro il commissariamento”.

de mag ba 1Bagnoli il 18 Aprile ospiterà tutti i sindaci d’Italia che ritengono lo Sblocca Italia una legge da cambiare.
Presenti i ragazzi del coordinamento studenti flegrei, Bancarotta e il Laboratorio Politico Iskra.
Eddy del Laboratorio politico Iskra interviene:”Sono fascisti quelle parsone che da Roma hanno pensato di nominare un commissario straordinario.
Ribadiamo che oggi non siamo qui per approvare pubblicamente la delibera.
Interesse nostro – prosegue Eddy – è capire quali siano le reali ricadute sociali di questo territorio.
Pensiamo che vada isituito un soggetto di controllo popolare composto da studenti ed attivisti.
Per tanto – conclude Eddy – stiamo organizzando una grande manifestazione a Roma perchè oggi Bagnoli rappresenta un terreno di conflitto più ampio e si inserisce in un contesto di piena continuità con il piano casa di Lupi e il Jobs Act”.

Ludovica Visone del coordinamento studenti flegrei aggiunge: ”Siamo riusciti a far prendere posizione pubblica al nostro consiglio d’istituto (Liceo Labriola) contro l’articolo 33 e lo Sblocca Italia.
E’ da più di due anni – attacca Ludovica – che lottiamo per spazi sociali e studenteschi, quelli dell’ex base Nato, ma non siamo mai stati presi in considerazione.
Pretendiamo subito un tavolo di discussione con la fondazione al quale possiamo partecipare anche noi” – conclude.

Intanto si fa largo l’ipotesi della suddivisione del compiti fra enti locali e un organismo terzo per la ”questione” del commissario.

Pasquale De Laurentis
@pasqdelaurentis

CONDIVIDI
Articolo precedenteLa Corte dei conti condanna l’ex Rettore Ferrara e dieci docenti. UDU Napoli:”Attendiamo chiarimenti”
Articolo successivoSalvini: SOSPESO il suo account Facebook!
Nasce a Napoli. Consegue il diploma al Liceo Classico Giuseppe Garibaldi di Napoli. E’ qui eletto rappresentante d’istituto dal 2004/2005 al 2008/2009. È cofondatore del giornale scolastico “L’Idea”. Nel settembre 2008, insieme ad altri componenti del Comitato Studentesco, è ospite in uno speciale del Tg di Italia Mia dedicato alla scuola, al quale partecipano gli assessori all’istruzione Gabriele, Cortese e Rispoli. Nel 2005 inoltre, diviene il responsabile provinciale di Napoli dell'Unione degli Studenti, dove è protagonista di numerose battaglie contro l’allora Ministro dell’Istruzione Letizia Moratti. Nel 2008 partecipa attivamente al movimento studentesco dell'Onda, mentre nel 2009 si iscrive al corso di laurea in Scienze Politiche presso l'Università degli studi di Napoli l’Orientale. Da sempre grande appassionato del mondo radiofonico, nel Febbraio del 2012, è cofondatore con Lorenzo Russo di Radio TIN, evolutosi in seguito nel blog Tin Napoli. Nel Giugno del 2013 collabora con la web radio locale RadioSca, dove conduce quattro appuntamenti di Generazione X, il programma da lui ideato, insieme a Lorenzo Russo. Il 12, 13, 14 e 15 Giugno 2014, prende parte al corso di conduzione radiofonica, presso Radio Crc Targato Italia, con insegnanti Max Poli e Rosaria Renna. Da Aprile 2014 inizia a collaborare con il periodico online Libero Pensiero News, dove dal Settembre dello stesso anno assume l'incarico di coordinatore della sezione locale di Napoli e Provincia. Da Aprile 2015 intraprende la collaborazione con Radio Amore Napoli come inviato. Nel Novembre 2015 è cordinatore del ciclo di seminari ''GIORNALISMO E NUOVA COMUNICAZIONE'' organizzato dalla Testata Giornalistica ''Libero Pensiero News'', insieme all'Unione degli Universitari presso il Dipartimento di Scienze Sociali dell'Università degli studi di Napoli Federico II

NESSUN COMMENTO