Giustizia e Verità per Davide Bifolco. Il 18 Aprile manifestazione a Napoli

0
33

NAPOLI – Il giovane Davide Bifolco nella notte tra il 4 e il 5 Settembre perdeva la vita quando, per sottrarsi ad un posto di blocco mentre era in sella al suo motorino insieme ad altre due persone, fu vittima di un colpo partito in circostanze che sono ancora in corso di accertamento dall’arma di ordinanza di uno dei due militari.
Sabato 18 Aprile alle 15.00 si terrà un corteo che partirà da Piazza del Gesù per portare anche nel centro storico l’attenzione delle istituzioni  sulla storia di Davide, di ciò che ha rappresentato e rappresenta.

Il corteo di Sabato può essere l’occasione giusta per riaccendere i riflettori e il dibattito sul Rione Traiano, quartiere a nord di Soccavo il quale deve uscire dall’emarginazione e dare la possibilità a tutti quei giovani come Davide di avere un’occasione di riscatto.
Su questo, da tempo, sta già lavorando l’ASSOCIAZIONE DAVIDE BIFOLCO IL DOLORE NON CI FERMA che si pone l’obbiettivo di diventare un reale punto di riferimento per tutti quei ragazzi disagiati, al primo reato o che hanno abbandonato le scuole, ma anche per rilanciare alcuni spazi abbandonati in una zona della città in cui manca tutto.

Il padre del ragazzo, intanto continua a chiedere giustizia: «Chiedo loro – dice Gianni riferendosi ai carabinieri – di essere coscienziosi nell’affrontare questo processo perché non si può pensare che loro la scampino sempre. Se questa è la giustizia italiana – afferma – io mi vergogno di essere italiano». Il padre spiega anche che «stanno facendo di tutto per infangare lui e noi, per far passare mio figlio per un delinquente, ma non lo era. Era un bravo ragazzo. Mio figlio non era un malavitoso», ripete.
bifolcoGli organizzatori della manifestazione ieri hanno calato da Castel dell’Ovo lunghi striscioni che recitavano ”Giustizia e Verità per Davide Bifolco.
Sostegno è arrivato anche dai centri sociali, dai 99 Posse e dalle curve dello Stadio San Paolo.

Pasquale De Laurentis
@pasqdelaurentis

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteBDS: “Cartellino Rosso all’apartheid israeliano!”
Articolo successivoAlla fine vince la nostalgia: Tevez-Boca, sembra ormai fatta
Nasce a Napoli. Consegue il diploma al Liceo Classico Giuseppe Garibaldi di Napoli. E’ qui eletto rappresentante d’istituto dal 2004/2005 al 2008/2009. È cofondatore del giornale scolastico “L’Idea”. Nel settembre 2008, insieme ad altri componenti del Comitato Studentesco, è ospite in uno speciale del Tg di Italia Mia dedicato alla scuola, al quale partecipano gli assessori all’istruzione Gabriele, Cortese e Rispoli. Nel 2005 inoltre, diviene il responsabile provinciale di Napoli dell'Unione degli Studenti, dove è protagonista di numerose battaglie contro l’allora Ministro dell’Istruzione Letizia Moratti. Nel 2008 partecipa attivamente al movimento studentesco dell'Onda, mentre nel 2009 si iscrive al corso di laurea in Scienze Politiche presso l'Università degli studi di Napoli l’Orientale. Da sempre grande appassionato del mondo radiofonico, nel Febbraio del 2012, è cofondatore con Lorenzo Russo di Radio TIN, evolutosi in seguito nel blog Tin Napoli. Nel Giugno del 2013 collabora con la web radio locale RadioSca, dove conduce quattro appuntamenti di Generazione X, il programma da lui ideato, insieme a Lorenzo Russo. Il 12, 13, 14 e 15 Giugno 2014, prende parte al corso di conduzione radiofonica, presso Radio Crc Targato Italia, con insegnanti Max Poli e Rosaria Renna. Da Aprile 2014 inizia a collaborare con il periodico online Libero Pensiero News, dove dal Settembre dello stesso anno assume l'incarico di coordinatore della sezione locale di Napoli e Provincia. Da Aprile 2015 intraprende la collaborazione con Radio Amore Napoli come inviato. Nel Novembre 2015 è cordinatore del ciclo di seminari ''GIORNALISMO E NUOVA COMUNICAZIONE'' organizzato dalla Testata Giornalistica ''Libero Pensiero News'', insieme all'Unione degli Universitari presso il Dipartimento di Scienze Sociali dell'Università degli studi di Napoli Federico II

NESSUN COMMENTO