NBA: Indiana e OKC fuori. Da sabato i playoff

0
78

Si è conclusa con le 14 gare di stanotte la regular season 2014-2015: Indiana e Oklahoma fuori, Brooklyn e New Orleans dentro. Chicago vince contro Atlanta e si conferma terza ad est, mentre gli Spurs – reduci da 11 vittorie consecutive – crollano sotto i colpi di Anthony Davis e retrocedono fino in sesta posizione. La tripla-doppia di Harden guida i Rockets al secondo posto ad ovest. 22 punti per Datome (6/8), titolare per la prima volta.

I Pelicans tornano ai playoff dopo quattro anni, trascinati da uno spettacoloso Anthony Davis

I VERDETTI: OVEST – I Thunder per la prima volta dalla stagione 2009 non si qualificano ai playoff, non è bastata la vittoria schiacciante a Minnesota, perché sarà Anthony Davis e non Ibaka a contendere la prima palla a due a Bogut alla Oracle Arena. Russell Westbrook mette a referto 37 punti (32 nel primo tempo!) 8 rimbalzi e 7 assist, chiudendo così una stagione regola pazzesca – almeno a livello personale – che lo ha visto assoluto protagonista con 11 triple-doppie e il titolo di capocannoniere. Una stagione da Mvp che si chiude con un nulla di fatto.
Ai playoff, dunque, ci va New Orleans, guidata da un altro giocatore che con ogni probabilità in futuro vincerà il titolo di Most Valuable Player. Anthony Davis pone fine alla striscia di vittorie consecutive dei San Antonio Spurs – che scivolano così dalla seconda posizione alla sesta (dall’affrontare Dallas con la prima in casa all’affrontare i Clippers con la prima a Los Angeles) – con 31 punti e 13 rimbalzi. Una partita che, fondamentalmente, non è mai stata tale con 34-18 al 1° e 64-49 all’intervallo.

  1. Golden State Warriors
  2. Houston Rockets
  3. Los Angeles Clippers
  4. Portland Trail Blazers
  5. Memphis Grizzlies
  6. San Antonio Spurs
  7. Dallas Mavericks
  8. New Orleans Pelicans

I VERDETTI: EST – Ci voleva una vittoria e una preghiera perché i Nets arrivassero ai playoff e, fortunatamente per loro, le cose sono andate al meglio. Le quasi due ore di differenza tra la partita del Barclays Center e quella del FedEx Forum, ha permesso a Indiana di scendere in campo contro Memphis già conoscendo il risultato dei contender per l’ottavo posto. Eppure, a nulla è servito perché Paul George (solo 15 minuti per lui) e compagni devono arrendersi alla forza dominante di Marc Gasol, che chiude una stagione meravigliosa, culminata con il posto da titolare all’ASG di New York, mettendo a segno 33 punti con il 68% dal campo e ben 13 rimbalzi. Sarà Brooklyn dunque a scendere in campo domenica prossima alle 23.30 italiane contro Atlanta per gara-1 del primo turno.

  1. Atlanta Hawks
  2. Cleveland Cavaliers
  3. Chicago Bulls
  4. Toronto Raptors
  5. Washington Wizards
  6. Milwaukee Bucks
  7. Boston Celtics
  8. Brooklyn Nets

CALENDARIO PRIMO TURNO PLAYOFF – GARA 1

  • Sabato ore 18.30 Washington Wizards – Toronto Raptors
  • Sabato ore 21.30 Golden State Warriors – New Orleans Pelicans
  • Domenica ore 1.00 Chicago Bulls – Milwaukee Bucks
  • Domenica ore 3.30 Houston Rockets – Dallas Mavericks
  • Domenica ore 21.00 Cleveland Cavaliers – Boston Celtics
  • Domenica ore 23.30 Atlanta Hawks – Brooklyn Nets
  • Lunedì ore 2.00 Memphis Grizzlies – Portland Trail Blazers
  • Lunedì ore 4.30 Los Angeles Clippers – San Antonio Spurs

Non sono ancora rese note le partite destinate alla televisione italiana, nei prossimi giorni ne sapremo di più. Quel che è certo è che Su Sky Sport potremo seguire fino a cinque partite a settimana.

Fonte immagine in evidenza: google.com

Fonti immagini media: google.it

Michele Di Mauro

NESSUN COMMENTO