Regionali in Campania: Area Popolare si spacca

0
92
Area Popolare

Area PopolareDopo il sì di Area Popolare a “discutere i termini di un accordo con il Presidente Caldoro” il fragile castello che il gruppo parlamentare stava cercando di costruire in Campania si sta lentamente sgretolando. Motivi? Sulla base di quanto trapelato negli ultimi giorni, a creare malcontento sarebbe stata la presenza in lista di Pietro Foglia, attuale presidente del consiglio della regione Campania, su cui Pasquale Sommese (UDC), assessore regionale al turismo, avrebbe posto il proprio veto. A rincarare la dose anche le perplessità di Giuseppe De Mita, nipote dell’ex leader democristiano Ciriaco e vicesegretario nazionale dell’UDC, che sarebbe propenso alle due liste (UDC-NCD) in modo tale da schierarsi proprio contro Pietro Foglia. A seguito di queste frizioni, dunque, Area Popolare rischierebbe di implodere in Campania, stando anche a quanto deciso in un incontro a Roma tra Angelino Alfano (NCD) Lorenzo Cesa (UDC), Mario Mauro (Popolari per l’Italia) e Clemente Mastella (Popolari per l’Europa). NCD potrebbe perdere alcuni pezzi all’interno del proprio organico date le “minacce” da parte dall’ex presidente del Consiglio Regionale Paolo Romano di abbandonare il partito; potrebbe seguire una decisione simile anche Franco Nappi, consigliere regionale di NCD, preferendo un passaggio in Fratelli di Italia.

Nonostante le volontà di Giuseppe De Mita, però, la soluzione al problema potrebbe essere quella di presentare alle Regionali due liste separate, una per ogni partito di centrodestra, e non sarebbe una novità, dal momento che “in ottica elezioni” il centrodestra sta vivendo un momento complicato su tutto il fronte nazionale, con spaccature che si presentano in generale nelle coalizioni di quasi tutte le Regioni, a partire dall’Umbria, al Veneto, passando per le Marche per poi arrivare in Campania.

Pasquale Sommese, invece, sarebbe già pronto, in alternativa, a mettere in campo una lista civica dei moderati, già sperimentata con successo alle elezioni amministrative dello scorso anno.

Fonti: Termometropolitico.it; retenews24.it

Vincenzo Marotta

CONDIVIDI
Articolo precedenteTeofilo Folengo, le Maccheronee
Articolo successivoLeonardo da Vinci, un genio che sfida i secoli
Nato a Salerno il 21/12/1995, diplomato al liceo classico Francesco De Sanctis di Salerno. Attualmente studia presso la facoltà di Scienze Politiche e Relazioni Internazionali dell'Università degli studi di Salerno. Grande appassionato di calcio, italiano e internazionale.

NESSUN COMMENTO