Mario Merola – recital pianistico

0
21

Il politecnico artistico di Napoli è stato fondato il 22 Dicembre del 1888 e contribuisce molto spesso alla promozione della cultura e dell’arte.

Custodisce un patrimonio di grande valore storico e sociale che condivide con Napoli e con il mondo, convinti che la consapevolezza del proprio passato possa essere indispensabile per la costruzione di un futuro migliore. Il politecnico continua tutt’oggi a promuovere nella sua sede di piazza Trieste e Trento mostre, concorsi d’arte, conferenze, incontri di carattere artistico, letterario, scientifico. L’arte e la cultura sono la linfa vitale della società e vanno sostenute, arricchite e messe in circolo il più possibile.

Il politecnico vanta un museo dove è possibile visitare anche la caratteristica “farmacia” con i suoi “vasi dei veleni”, vasi dipinti da grandi pittori dell’800 napoletano quali De Lisio, Monteforte, Solari, Caprile. Vi è inoltre all’interno del politecnico una fototeca dove è possibile ammirare immagini rarissime di grandi personaggi che hanno contribuito alla crescita del politecnico, oltre 200 foto selezionate tra le 3500 del fondo fotografico, e tutte le foto sono corredate con esclusive dediche dei soggetti ritratti tra cui Sibilla Aleramo, Giacomo Puccini, Vittorio Emanuele terzo e tantissimi altri: anche la fototeca è visitabile previo appuntamento. A seguire, una biblioteca storica importantissima che conserva oltre 3000 volumi, e tra i cui tesori vi è anche una prima edizione della enciclopedia Treccani. Ancora vi è un archivio storico che è testimonianza del glorioso passato di Napoli con importanti documenti conservati tra cui uno spartito della “traviata” autografata dal maestro Giuseppe Verdi e un manoscritto autografo di Giosuè Carducci. Nell’ambito della manifestazione “I Lunedì musicali 2015” si è tenuto ieri 20 Aprile il recital pianistico di Mario Merola, giovane pianista napoletano di grande talento che ha raccolto una grande folla di appassionati e riempito  la “sala Comencini” adibita a questi concerti; il pianista si è esibito con musiche di Franz Schubert, Fryderick Chopin e Franz Liszt, con l’esecuzione di un “Mephisto” finale scoppiettante e concedendo il bis imprevisto con un accenno a Domenico Scarlatti, musicista prediletto da Mario Merola. La carriera del pianista napoletano è già molto lunga avendo partecipato a numerose manifestazioni tra cui le due edizioni di “piano city Napoli”, e esibendosi anche a Oxford e Roma. Ha inciso nel 2011 un cd con musiche di Debussy, Rachmaninov e Scarlatti chiamato “solo piano”. Il tocco del pianista Mario Merola è soave e possente insieme, capace di attraversare ogni tono musicale, il suo tocco è avvolgente in un susseguirsi di suoni nitidi. Il recital ha mostrato tutto il talento di questo pianista ancora una volta, un recital intenso e vivace. La tecnica di Merola è decisa e mostra già una impronta personale alle esecuzioni. 

DANIELA MEROLA

NESSUN COMMENTO