NAPOLI – Importante iniziativa culturale dell’Istituto Giovanni Caselli di Parco Capodimonte che, questa mattina e nella giornata di ieri, presso la Libreria Amodio, ha esposto sul territorio alcuni dei suoi laboratori di scultura plastica, foggiatura della porcellana, decorazione plastica e gran fuoco.
Nel corso dei due giorni, non sono mancati i momenti di incontro e discussioni sull’ Artigianato Artistico e sulle prospettive dello stesso Istituto.

Gli studenti, i docenti e il personale del Caselli, nei mesi scorsi, sono stati i protagonisti di una lunga battaglia con la Regione Campania per ”salvare” la scuola (rarità per indirizzo in tutt’Italia) dall’accorpamento.
Per fortuna, dopo oltre due mesi di proteste, lo scorso mese di Febbraio il governatore Caldoro, di concerto con l’Ufficio Scolastico Regionale firmava la sospensiva che evitava per il momento l’accorpamento dell’istituto di porcellana con il Melissa Bassi.

”Fa sempre piacere ricevere i complimenti dalla gente e cercheremo insieme ai docenti di mettere in campo anche altre iniziative per la valorizzazione del nostro istituto” – dichiara Anna De Falco, studentessa del Caselli.
Tonia Fuoco, docente dell’Isis Caselli ed animatrice delle molteplici proteste ed iniziative dei mesi scorsi aggiunge:”L’Istituto Giovanni Caselli che prende il nome dal famoso decoratore miniaturista di corte nel 700, è invece l’ unico in Italia, in Europa e nel mondo a caratterizzarsi per la produzione della porcellana tenera di Capodimonte. Questo nostro patrimonio che ha un potenziale enorme nel settore dello sviluppo delle piccole e medie imprese va protetto con tutte le nostre energie perchè NOI TUTTI lo dobbiamo ai giovani. Abbiamo tutti il DOVERE della tutela della nostra Storia fatta di bellezza e Arte.
caselli2 In Italia – continua – solo un Istituto , fino ad oggi , è riuscito ad ottenere lo Status di Indirizzo RARO , quello dei Liutai di Cremona . Lo Stradivari. Lottiamo per ottenere lo stesso Status che ci proteggerebbe dal Sistema meccanico di contabilità numerica che sta fagocitando gli Istituti D’ Arte che, a mio avviso, andrebbero in egual modo protetti..
La Fuoco poi sottolinea un’importante appuntamento per Il Caselli.
”Nei prossimi giorni – dice – la nostra scuola sarà protagonista della manifestazione nazionale Buongiorno Ceramica.
La scuola Giovanni Caselli sarà aperta ai turisti visitatori e alle scolaresche per i tre giorni 29/30/31 maggio con un intenso programma di attività offerte . Inoltre gli studenti del Caselli inizieranno un vero e proprio tour negli altri 5 centri territoriali a vocazione ceramica della Campania, per poi proseguire con un tour nazionale ed europeo. Porteremo Napoli e la sua Arte della Porcellana in Europa e riporteremo esperienze.
Napoli è piena di energie , convogliamole ! e diamo risposte nette al nichilismo degli scettici”
– conclude

Pasquale De Laurentis

CONDIVIDI
Articolo precedenteChe tempo che fa e 25 Aprile: Fazio si divide in due
Articolo successivoOltre lo sguardo: Steve McCurry a Roma
Nasce a Napoli. Consegue il diploma al Liceo Classico Giuseppe Garibaldi di Napoli. E’ qui eletto rappresentante d’istituto dal 2004/2005 al 2008/2009. È cofondatore del giornale scolastico “L’Idea”. Nel settembre 2008, insieme ad altri componenti del Comitato Studentesco, è ospite in uno speciale del Tg di Italia Mia dedicato alla scuola, al quale partecipano gli assessori all’istruzione Gabriele, Cortese e Rispoli. Nel 2005 inoltre, diviene il responsabile provinciale di Napoli dell'Unione degli Studenti, dove è protagonista di numerose battaglie contro l’allora Ministro dell’Istruzione Letizia Moratti. Nel 2008 partecipa attivamente al movimento studentesco dell'Onda, mentre nel 2009 si iscrive al corso di laurea in Scienze Politiche presso l'Università degli studi di Napoli l’Orientale. Da sempre grande appassionato del mondo radiofonico, nel Febbraio del 2012, è cofondatore con Lorenzo Russo di Radio TIN, evolutosi in seguito nel blog Tin Napoli. Nel Giugno del 2013 collabora con la web radio locale RadioSca, dove conduce quattro appuntamenti di Generazione X, il programma da lui ideato, insieme a Lorenzo Russo. Il 12, 13, 14 e 15 Giugno 2014, prende parte al corso di conduzione radiofonica, presso Radio Crc Targato Italia, con insegnanti Max Poli e Rosaria Renna. Da Aprile 2014 inizia a collaborare con il periodico online Libero Pensiero News, dove dal Settembre dello stesso anno assume l'incarico di coordinatore della sezione locale di Napoli e Provincia. Da Aprile 2015 intraprende la collaborazione con Radio Amore Napoli come inviato. Nel Novembre 2015 è cordinatore del ciclo di seminari ''GIORNALISMO E NUOVA COMUNICAZIONE'' organizzato dalla Testata Giornalistica ''Libero Pensiero News'', insieme all'Unione degli Universitari presso il Dipartimento di Scienze Sociali dell'Università degli studi di Napoli Federico II