De Luca fa “spesa” in casa UDC

0
88
De Luca

Se qualche mese fa Stefano Caldoro poteva sembrare il più papabile per il posto da Governatore della Campania, attualmente il presidente della regione Campania uscente sta perdendo pezzi tra i suoi sostenitori. Ad approfittare della situazione non può che esserci l’ex sindaco di Salerno, Vincenzo De Luca, che sta facendo “spesa” in casa Udc per arricchire le sue file. De Luca sta cercando di arruolare, infatti, due centristi che non avrebbero intenzione, in sede elettorale, di rinnovare il loro appoggio a Caldoro. Si parla degli esponenti dell’Udc Luigi Cobellis e Biagio Iacolare sui quali l’entourage del candidato governatore del Pd sta effettuando un pressing estenuante pur di poterli vedere all’interno di qualche lista civica, “Campania Libera” o “De Luca presidente” magari. A favore del progetto di De Luca c’è sicuramente la grande spaccatura all’interno dell’Udc tra De Mita senior e Pasquale Sommese, assessore al turismo della regione Campania, che sarebbe orientato verso il Ncd. Tutto ciò a testimonianza di un poca coesione all’interno di questa fetta di Destra che potrebbe essere uno svantaggio per il 31 Maggio.

Anche Giuseppe De Mita, nipote del succitato Ciriaco, sarebbe coinvolto nella “campagna acquisti” “dell’imperatore”, e avrebbe accettato la candidatura nella lista di Scelta Civica-Centro Democratico nel collegio di Avellino. Mentre imperversa questo enorme via vai di politici da un partito all’altro, da Roma giunge la notizia che Giuseppe De Mita non voterà a favore dell’Italicum. A tal proposito si è pronunciato il partito, sempre più allo sfascio, dell’Udc, per bocca del suo presidente Nazionale Giuseppe D’Alia : “La decisione unilaterale del vice segretario nazionale di non votare la fiducia al Governo è il grave tentativo di cancellare definitivamente un processo come quello di Area Popolare, annunciato pochi giorni fa da Angelino Alfano e Lorenzo Cesa. Scelta grave, immotivata, discussa forse solo nel chiuso di Nusco, quella di non votare la fiducia a Renzi che il nostro partito deve invece confermare col voto di fiducia”.

 

fonti: retenews24.it

fonti-media: google.com

 

Vincenzo Marotta

CONDIVIDI
Articolo precedenteLa Coca-Cola sul grande schermo
Articolo successivoDisoccupazione, Istat smentisce Poletti: Jobs Act un fallimento?
Nato a Salerno il 21/12/1995, diplomato al liceo classico Francesco De Sanctis di Salerno. Attualmente studia presso la facoltà di Scienze Politiche e Relazioni Internazionali dell'Università degli studi di Salerno. Grande appassionato di calcio, italiano e internazionale.

NESSUN COMMENTO