Soddimo-Blanchard: Frosinone lanciato verso la A

0
59

Il Frosinone batte il Bologna nello scontro decisivo per il secondo posto. Scavalcato anche il Vicenza che non va oltre il pareggio con l’Entella. Torna alla vittoria l’Avellino che abbatte il Pescara in rimonta. Varese retrocesso.

FROSINONE-BOLOGNA: dopo il 2-2 dell’andata il Frosinone si impone per 2-1 sugli Emiliani nella sfida più importante della stagione. Grande carattere quello mostrato dalla squadra di mister Stellone in una partita in cui la pressione poteva tranquillamente tradire i padroni di casa. Ora i Ciociari sono al secondo posto con un vantaggio di 4 punti sulle dirette inseguitrici a tre giornate dalla fine, la massima serie si avvicina anche per loro.

Subito grandi emozioni al Matusa. Dopo appena 100’’ Ciofani rovescia mettendo in mezzo un pallone su cui si fionda Soddimo che sigla l’1-0. Non buona la marcatura di Ceccarelli in questa situazione. Reazione immediata del Bologna che riporta la gara su risultato di parità con lo stesso Ceccarelli che appena 3 minuti prima aveva concesso un gol forse troppo facile agli avversari. Il numero 32 sbuca da dietro la difesa del Frosinone insaccando un calcio d’angolo battuto da Laribi. 10’ e il Frosinone si riporta in vantaggio con Blanchard che sfrutta al meglio un ottimo cross dalla trequarti di Soddimo. Poche altre occasioni nel resto del match con i Laziali che provano a chiuderla più volte con Diosini e Ciofani senza riuscirci e con i rossoblù che ci provano con Sansone. Lo stesso Sansone si fa cacciare fuori al 95’.

 SPEZIA-BRESCIA: dodicesima sconfitta in campionato per un Brescia sempre più in lega pro da parte di uno Spezia lanciatissimo per il finale di stagione. 4-1 il risultato finale di questo match pirotecnico. Apre le danze Nenè che sigla l’1-0 con un siluro da fuori area a conferma del fatto di aver trovato la sua dimensione nella squadra di Bjelica. Da speranza ai Bresciani il suo uomo àncora, Andrea Caracciolo che al 34’ sfrutta un errore di Datkovic e trafigge il portiere avversario con un bel diagonale. Tutta illusione, appunto, per il Brescia perché sul finale di primo tempo lo stesso Datkovic riporta in vantaggio lo Spezia con uno stacco imperioso di testa. Nel secondo tempo dilagano i padroni di casa prima con Catellani (54’) e poi chiude con un autorete di Di Cesare da cross dalla destra di Situm.

 AVELLINO-PESCARA: torna alla vittoria l’Avellino dopo oltre un mese contro un ostico Pescara che si presenta allo stadio Partenio con la voglia di continuare il suo periodo positivo. Passano in vantaggio gli ospiti che sembrano subito padroni della partita al 12’ con Pettinari che si inserisce bene sfruttando un passaggio filtrante dal centrocampo, si libera di due avversari grazie ad un rimpallo e insacca alle spalle di Frattali. Poco dopo il Pescara sfiora il 2-0 con Melchiorri. A negargli la gioia del gol è solamente la traversa. Dopo un primo tempo di dominio biancoazzurro al 63’ pareggia l’Avellino con Castaldo su rigore. Qui qualcosa si inceppa nella squadra ospite che poi subisce la rimonta degli Irpini grazie al gol di Zito (77’) contestato per presunta carica al portiere. Konè chiude definitivamente i giochi all’83’ siglando la rete del 3-1. Avellino e Pescara che si trovano così a pari punti.

 TUTTE LE ALTRE PARTITE DELLA 39ª GIORNATA DI SERIE B

Punteggio pirotecnico anche nella gara disputata a Vercelli tra Pro Vercelli e Crotone. 3-2 il risultato finale con le reti di Cosenza (6’),autorete di Clayton (26’) e Pompeu (54’) da una parte e Maiello (37’) e Ciano (43’) dall’altra. Entrambe le compagini restano ancora in piena zona Playout. 3 punti in sei partite per il Lanciano che dalla vittoria contro la Virtus Entella si è un po’ cullata sugli allori dopo aver acquisito la consapevolezza quasi certa della salvezza. 1-1 contro la Ternana. In gol Piccolo (45’) a recuperare l’autorete di Aquilanti (9’). Il Livorno piano piano si allontana dalla zona Playoff, complice sicuramente il virus della pareggite che da cinque giornate lo affligge. Anche in questa partita è 1-1 il risultato finale con rete di Sciaudone per il Catania (20’) e di Vantaggiato in extremis (90’) per il Livorno. Con la sconfitta in casa contro il Latina il Varese retrocede matematicamente alla prossima Lega Pro. I padroni di casa passano in vantaggio con Culina. Rimonta del Latina che si compie grazie alle marcature di Ammari (43’) e Bruscagin (52’). Perugia batte Trapani con un secco 1-0 grazie a Falcinelli (4’). Stesso risultato tra Bari e Cittadella. A decidere la partita è De Luca (82’). Sterile 0-0 tra Vicenza e Entella. Continua a vincere nonostante la promozione, invece, il Carpi che si impone per 2-1 in casa del Modena. In rete il solito Mbakogu (69’) e Romagnoli (73’) per i campioni e Fedato (84’) per i padroni di casa.

RISULTATI COMPLETI DELLA 39ª GIORNATA DI SERIE B

  • Pro Vercelli-Crotone 3-2
  • Virtus Lanciano-Ternana 1-1
  • Catania-Livorno 1-1
  • Frosinone-Bologna 2-1
  • Varese-Latina 1-2
  • Perugia-Trapani 1-0
  • Bari-Cittadella 1-0
  • Spezia-Brescia 4-1
  • Vicenza-Virtus Entella 0-0
  • Avellino-Pescara 3-2
  • Modena-Carpi 1-2

 PROSSIMO TURNO DI SERIE B

  • 08/05 Livorno-Virtus Entella 20:30
  • 09/05 Brescia-Catania 15:00
  • 09/05 Ternana-Pro Vercelli 15:00
  • 09/05 Pescara-Perugia 15:00
  • 09/05 Carpi-Virtus Lanciano 15:00
  • 09/05 Bologna-Avellino 15:00
  • 09/05 Cittadella-Frosinone 15:00
  • 09/05 Latina-Bari 15:00
  • 09/05 Trapani-Modena 15:00
  • 09/05 Spezia-Vicenza 15:00
  • 10/05 Crotone-Varese 18:00

 CLASSIFICA AGGIORNATA DI SERIE B

  1. Carpi 78 pti.
  2. Frosinone 67 pti.
  3. Vicenza 63 pti.
  4. Bologna**63 pti.
  5. Spezia 60 pti.
  6. Perugia 59 pti.
  7. Avellino 57 pti.
  8. Pescara 57 pti.
  9. Livorno 55 pti.
  10. Bari 51 pti.
  11. Virtus Lanciano 49 pti.
  12. Catania 48 pti.
  13. Modena 46 pti.
  14. Latina 46 pti.
  15. Trapani 46 pti.
  16. Pro Vercelli 45 pti.
  17. Ternana 45 pti.
  18. Crotone 44 pti.
  19. Virtus Entella 43 pti.
  20. Cittadella 40 pti.
  21. Brescia*** 36 pti.
  22. Varese* 32 pti.

*4 punti di penalizzazione

** 1 punto di penalizzazione

*** 6 punti di penalizzazione

Vincenzo Marotta

CONDIVIDI
Articolo precedenteExpo, violenza uccide ideale
Articolo successivoNapoli-Milan e le regole del gioco
Nato a Salerno il 21/12/1995, diplomato al liceo classico Francesco De Sanctis di Salerno. Attualmente studia presso la facoltà di Scienze Politiche e Relazioni Internazionali dell'Università degli studi di Salerno. Grande appassionato di calcio, italiano e internazionale.

NESSUN COMMENTO