Cameron: Governerò tutti i sudditi di Sua Maestà

0
23
elezioni
cameron

Primi exit poll per la Gran Bretagna.
Le elezioni, che hanno avuto sede a Londra, hanno già rivelato le prime preferenze, svelandoci più o meno quello che sarà il risultato finale.
I conservatori di David Cameron sono in vetta con i loro 325 seggi (gli exit poll ne assegnavano 316), seguiti da: i laburisti di Ed Miliband con 232; 56 dei 59 seggi che erano in ballo in Scozia (58 per gli exit poll) agli indipendentisti scozzesi (Snp) di Nicola Sturgeon; 44 seggi in meno rispetto alla precedente legislatura ai liberal democratici (la camera dei Comuni ha ora 12 rappresentanti).
La forza populista e anti-euro Ukip si è ritrovata solo due seggi.
“Una notte molto difficile e deludente. Non abbiamo ottenuto i successi che volevamo in Inghilterra e Galles, mentre in Scozia abbiamo visto il nazionalismo sopraffare il nostro partito. Voglio dire a tutti i colleghi dedicati e competenti in Scozia, che hanno perso i loro seggi, che sono profondamente dispiaciuto per quanto è accaduto” sono le parole del leader laburista Miliband, deluso per l’accaduto. Stando alla Bbc il leader sembra stia progettando una sorta di plateale uscita di scena dopo il brusco fallimento, probabilmente ci intratterrà col suo discorso verso mezzogiorno.
In opposizione a quanto appena detto, Sturgeon festeggia soddisfatto i suoi risultati, felice dei suoi 51 deputati deputati in più a Londra, rispetto alla volta scorsa. L’entusiasmo ha fatto sì che nell’ormai ex roccaforte Labour di Glasgow gli indipendentisti cacciassero i loro rivali.
Davanti tale scenario Cameron dichiara: “Voglio riunire il Paese, riunire il Regno Unito, mettendo in pratica il prima possibile il decentramento che abbiamo promesso per Scozia e Galles e su cui ci siamo accordati con altri partiti”
Il primo ministro si ritiene soddisfatto dell’attuale risultato. Il numero non gli garantisce la maggioranza assoluta necessaria a governare (326 su 650 seggi complessivi alla House of Commons), ma supera il tetto dei 300 che rappresentava una soglia sopra la quale il numero uno dei Tory poteva arrivare a confermare l’accordo di coalizione con i liberlademocratici di Nick Clegg.
“Questa è stata chiaramente una notte molto positiva per i conservatori. [..] Governerò tutti i sudditi di Sua Maestà”, ha commentato Cameron per ribadire la sua ottima figura in questa fase elettiva.
Con questi risultati, infatti, non si può immaginare altro se non un governo retto da Cameron che con l’aiuto dei Libdem sembra possa anche superare anche gli Hung Parliament. In questo modo la metà più uno si potrà raggiungere in un batter d’occhio. E, infatti Se è andata così, abbiamo vinto”, ha commentato Michael Gove, capogruppo uscente dei Tory alla House of Commons.
Anche la borsa di Londra “festeggia” con un momento di rialzo in seguito alla vittoria dei conservatori: Il Ftse 100 ha aperto in aumento dell’1,19% per poi accelerare subito a +2%. Fenomeno non isolato tenendo conto che anche Wall Street, il listino di Tokyo e le piazze europee hanno una partenza positiva.

Alessia Sicuro

CONDIVIDI
Articolo precedenteX Factor 9: Sky annuncia i nuovi giudici
Articolo successivoEx direttore Rai 4 Freccero: Basta censura!
Diplomata al liceo scientifico sperimentale PNI, matricola alla facoltà di lettere moderne della Federico II, ha sempre voluto avere una visione a 360 gradi di tutte le cose. Accortasi che la gente preferisce bendarsi invece di scoprire ed affrontare questa società, brama ancora di tappezzare il mondo coi propri sogni nel cassetto. Divora libri, vecchie storie, vorrebbe guardar il futuro con degli occhiali magici per riportar solo belle notizie alla gente disillusa. Vorrebbe indossare scarpe di cemento per non volar sempre con la fantasia, rintagliarsi le sue ali di carta per dimostrare, un giorno, che questa gioventù vale! Vorrebbe esser stata più concreta fin dall’inizio, essere interessata ai soldi come tutta la gente normale e non sentirsi in pace col cosmo solo perché sta inforcando una penna. Si, vorrebbe, ma bisogna sempre svegliarsi.

NESSUN COMMENTO