Il Laboratorio Unisa è un esperimento sociale riuscito

0
96
Laboratorio Unisa
#LaboratorioUnisa

Sono stati pubblicati i risultati relativi alle elezioni universitarie per l’Università degli Studi di Salerno: Polo Scientifico e Laboratorio Unisa si aggiudicano la vittoria schiacciante contro gli avversari.
Ciò che ha maggiormente colpito, però, è l’incremento del numero dei votanti: quest’anno si arriva per la prima volta al 30% con 11201 studenti contro i 10650 studenti del 2012 (ma con un numero di schede nulle pari al 15%). Gli aventi diritto totali erano 13353 per il Polo Scientifico e 21539 per il Polo Umanistico.
Grazie al lavoro del gruppo StudentIngegneria, il Polo Scientifico si aggiudica anche il terzo Senatore Accademico.
Vengono ufficialmente eletti:
– Gianluca Mansi e Domenico Scala al Consiglio di Amministrazione
– Francesco Marra, Giovanni Gaeta, Angelo Lorusso, Mario Passaro e Luigi Bottiglieri al Senato Accademico
– Roberta D’Amico al Nucleo di Valutazione.

Perché votano più studenti dall’area scientifica che dall’area umanistica? A causa dell lavoro capillare, a volte coercitivo, del blocco presente ad ingegneria. Nell’area umanistica molti studenti si sono ribellati ad alcune pratiche ed hanno scelto liberamente chi votare. Il collettivo PiKuadro su Ingegneria è il grande sconfitto di questa tornata elettorale.
La situazione ai seggi è stata vergognosa il 6 Maggio. Fino ad un attimo prima di entrare nel seggio, candidati e supporter muniti di maglie e santini accompagnavano gli elettori e opportunamente o strappavano il foglio, con i nomi del gruppo avversario, o, semplicemente, lo sostituivano con il proprio. Il 7 Maggio, invece, i rappresentanti di seggio, muniti di transenne e forza di volontà hanno evitato ogni azione di cooping. Per due giorni l’Università degli Studi di Salerno era invasa da maglie rosse (gruppo Futura), blu (gruppo Agorà), gialle (gruppo Polo Scientifico) e bianche (gruppo StudentIngegneria e Laboratorio Unisa). Una miriade ei manifesti, volantini, striscioni e adesivi popolavano le strade della cittadella dello studio.
Sul Polo Umanistico, la vittoria schiacciante della coalizione Laboratorio Unisa, che si era proposta come un esperimento sociale in cui potessero confluire dieci gruppi diversi, sembra aver dimostrato che la partecipazione attiva degli studenti possa funzionare contro le logiche degli avversari. Sintesi conquista con Mansi il Cda, con Marra il Senato Accademico e con Fusco il cdf, Sui Generis vince al cd di Beni Culturali. Laboratorio Democratico con Roberta D’Amico al Nucleo di Valutazione batte Giovanni Longobardi per pochissimo, Link Fisciano con Matteo Zagaria conquista per la prima volta in cinque anni un Consigliere al Cds, 4 rappresentanti al Cd del DSPSC (Dipartimento di Scienze Politiche, Sociali e della Comunicazione) e 1 alla Scuola di Giurisprudenza, ASS 1972 batte la concorrenza ad Informatica sul Cd e con Giannialfonso Peduto al Cds, Asp Salerno vince con Vincenzo Maraio al Cds, Ludovico Canora al Cdf e batte la concorrenza sulla didattica, Run Salerno si posiziona bene sia sulla didattica che al Cds. Ottimi risultati per tutti ed i complimenti da tutti quegli studenti che hanno trovato dalla loro parte rispetto ed educazione, piuttosto che una spietata compravendita dei voti. Per Alf-Futura-Linguisticamente piccole vittorie al Cd di Lingue e Formazione e per Agorà una vittoria su Giurisprudenza, contrastata dal gruppo Asg, e altre sul Cd di Chimica e tecniche farmaceutiche; Veni Vidi Vici è presente ma con lievi risultati.
Tra le 17 e le 18 del 7 Maggio un corteo formato da tutti i sostenitori del Laboratorio Unisa è partito dalla fontana di Scienze Politiche e si è diretto davanti alle rispettive sedi degli avversari Futura ed Agorà cantando e ballando per la vittoria conquistata, intonando con parole diverse anche l’intramontabile “Bella Ciao”.

Se la Libertà è Partecipazione, come cantava Giorgio Gaber, allora facciamo i complimenti ai ragazzi del Laboratorio Unisa, che per la prima volta hanno messo in campo tematiche importanti come l’UniversitàEconosostenibile, i Trasporti, il Diritto allo Studio che parta dallo Statuto Delle Studentesse e degli Studenti, la Partecipacione&Trasparenza e Placement&Tirocini.

Tutti i dati qui (non corrispondono a graduatoria ufficiale).

NESSUN COMMENTO