Provincia di Caserta: vince Forza Italia con Di Costanzo

0
79
Di Costanzo
Angelo Di Costanzo - Presidente della Provincia di Caserta

Nella provincia di Caserta, Angelo Di Costanzo di Forza Italia è stato eletto presidente con il 43% dei consensi, staccando di nove punti il candidato del Pd Vincenzo Cappello, inondando di speranza in vista delle elezioni regionali previste per il 31 Maggio.

A Campania24News Di Costanzo dichiara:

Una vittoria dovuta a tanti sindaci e consiglieri. L’elettorato casertano è vicino alle idee di Forza Italia. […] C’è la necessità – prosegue – di intercettare i fondi europei soprattutto per il patrimonio viario e edilizio”.

I ringraziamenti arrivano al coordinatore regionali di FI Domenico De Siano, al coordinatore azzurro di Caserta Carlo Sarro e alla senatrice Mariarosaria Rossi che dichiara:

“Sono molto soddisfatta, sono stati riconosciuti il merito, l’impegno, il rinnovamento e la buona amministrazione.”

Non c’è un attimo da perdere ed il lavoro attende; così, Di Costanzo ieri si è diretto a Roma per rappresentare le istanze casertane al cospetto del governo e al suo primo incontro con l’Upi (Unione delle Province Italiane).
Vittorio Romano, responsabile delle politiche di promozione e sviluppo dei Club Forza Silvio, dichiara:

“Complimenti a Angelo Di Costanzo per lo splendido lavoro svolto in questa tornata elettorale. Con la schiacciante vittoria di Forza Italia, la provincia di Caserta si attesta la più azzurra d’Italia. Il buon lavoro svolto sui territori è stato premiato. […] I forzisti dimostrano sempre di essere responsabili e compatti, e soprattutto fanno valere lo spirito di squadra e di appartenenza al partito. Ed è quello che accadrà a sostegno del presidente Stefano Caldoro. Dopo 5 anni di risanamento a causa dei disastri cagionati dalla sinistra, siamo pronti con il prossimo mandato a fare ripartire la nostra regione continuando con il buon governo del centrodestra.”

E’ la prima volta che la provincia torna alle urne dopo la promulgazione della Riforma Delrio, che ha trasformato le province in enti di secondo livello, con elezioni che avvengono attraverso il voto dei consigli comunali e designano amministratori già in carica negli enti locali.
Una cronistoria del neoeletto qui.

Sara C. Santoriello

CONDIVIDI
Articolo precedenteSalute, nanoantenne per la diagnosi precoce
Articolo successivoCalciomercato: da Dybala alla Juve al dubbio Niang
Rappresentante degli studenti nel Consiglio Didattico di Scienze Politiche all'Università degli studi di Salerno (2015-2017). Consigliere del Forum dei Giovani di Cava De' Tirreni. Membro della Direzione Nazionale dell'Unione Degli Studenti (biennio 2014-2016). Esecutivo di Link Fisciano (2016-2018). Segretaria della CPS (biennio 2011-2013). Reporter per AsinuPress e LiberoPensiero.

NESSUN COMMENTO