Il Frosinone scrive la storia: è Serie A

0
85
frosinone

Dopo la prima storica promozione ottenuta dal Carpi qualche settimana fa, un altro club inaspettato stacca il pass per la massima serie. Il Frosinone raggiunge questo traguardo con una giornata di anticipo grazie al 3-1 rifilato al Crotone. Per buona pace di qualcuno ai piani alti, quindi, la serie A 2015/2016 dà il benvenuto a Carpi e Frosinone (in attesa dei playoff che decreteranno la terza neopromossa), che hanno conquistato il massimo risultato con fatica, dedizione e tanta, tanta umiltà. Chapeau.

 FROSINONE-CROTONE: la squadra di casa ha voglia di A e parte subito bene con un’iniziativa sprecata da Ciofani che mette fuori un pallone invitante offertogli da un compagno. Risponde però il Crotone con una rasoiata di poco fuori a testimonianza del fatto che i giocatori di Drago non hanno intenzione di regalare la promozione ai Ciociari. Al 16’ però arriva il gol che fa esplodere il Matusa. Calcio d’angolo battuta da Gucher e girata al volo di Ciofani. Il Crotone però prova comunque a mettere in difficoltà il Frosinone nonostante la manifesta superiorità degli avversari. Un salvataggio sulla linea e un rigore parato da Zappino su Suciu non consentono ai Calabresi di gioire. Intanto al 40’ e al 71’ Dionisi confeziona il secondo e il terzo gol grazie ad un tiro da fuori su cui Stojanovic ha non poche colpe e un colpo a porta vuota dopo un pallonetto a scavalcare il portiere. Il gol di Gigli al 78’ è solo una formalità.

CATANIA-CITTADELLA: vittoria d’orgoglio in casa del Catania da parte del Cittadella ormai con un piede in lega pro (a meno di clamorosi stravolgimenti che vedrebbero, nell’ultima giornata, vincere il Cittadella contro il Perugia e perdere l’Entella contro il Crotone favorendo l’accesso della squadra allenata da Foscarini ai playout e continuare a sognare). Dopo quasi un’intera metà di gioco priva di emozioni al 39’ arriva il gol di Gerardi che con una zampata da attaccant vero insacca su cross di Minesso. Riporta subito la parità Schiavi (42’) che segna di testa su gran palla gentilmente offerta da Rosina. Nel secondo tempo la partita è da infarto. Al 53’ Kupisz regala l’1-2 al Cittadella. All’85’ Calaiò trasforma il rigore del 2-2 e a tempo quasi scaduto Stanco firma il 2-3 finale che può far sperare ancora.

BARI-BRESCIA: la partita che sancisce la matematica retrocessione del Brescia si gioca a Bari, al San Nicola, sui cui spalti è possibile trovare anche striscioni che fanno riferimento alla promozione in B della Salernitana. Dopo un colpo di testa su cui Arcari si supera, arriva il gol dell’1-0 all’11’ su un altro colpo di testa, questa volta di Schiattarella. Sempre di testa Bellomo firma il suo secondo gol in campionato su assist di Di Nicola. Accorcia il Brescia con un piattone di Corvia al 55’ che sorprende Micai. Al 61’ la chiude Boateng su cross di Bellomo. Come segna Boateng? Ovviamente di testa. Non china la testa la squadra Lombarda che al 68’ insacca con Benali e saluta la serie b in maniera quantomeno dignitosa. Il risultato finale è 3-2 per il Bari.

Tutte le altre partite della 41ª giornata di Serie B

Il Perugia batte 2-0 in casa un Carpi che, con la promozione già intascata, non ha più motivazioni. I gol che favoriscono la vittoria del Perugia, che si porta a -2 dal terzo posto sono di Ardemagni (7’) e Falcinelli (13’). Neanche lo Spezia fallisce l’appuntamento con la vittoria rifilando un secco 0-2 al Lanciano firmato Situm (45’) e Giannetti (90’) e portandosi un punto sopra il Perugia, a -1 da Vicenza e Bologna che non sono andate oltre il pareggio. Come per il Cittadella, scatto d’orgoglio anche per il Varese che si impone per 2-1 in casa contro il Pescara che adesso rischia di rimanere escluso dai Playoff. In rete per il Varese Jakimovski (45’) e Forte (90’). Per i ragazzi dell’ormai esonerato Baroni (a cui è subentrato Oddo) la rete del momentaneo pareggio la firma Memushaj. Mezzo passo avanti in ottica salvezza per l’Entella che vince 2-0 contro il Latina che per andarsi a giocare almeno i playout dovrebbe vincere la prossima gara sperando nella sconfitta del Cittadella. Per la salvezza diretta l’Entella deve vincere sperando nella sconfitta di Cittadella, Crotone e Modena. Proprio il Modena perde 2-1 in casa contro la Ternana che quindi ha quasi raggiunto la salvezza. I gol del match sono di Fazio (45’) e Avenatti (77’) per gli ospiti e un autogol di Meccariello (31’) per la squadra di casa. A questo punto inizia la sagra dell’1-1. Pro Vercelli-Bologna 1-1, Avellino-Trapani 1-1, Livorno-Vicenza 1-1. Nessuna delle squadre coinvolte nella corsa al secondo posto ha vinto. Le reti del primo match sono di Luppi (87’) e Buchel (57’). Nella gara giocata al Partenio hanno segnato Sbaffo (55’) e Caldara (90’). Nell’ultima gara che vede inaspettatamente il Livorno fermare il Vicenza che, a onor del vero, ha rallentato non di poco la sua corsa nelle ultime giornate, i gol li segnano Vantaggiato (33’) e Cocco (90’).

Tutti i risultati della 41ª giornata di Serie B

  •  Perugia-Carpi 2-0
  • Virtus Lanciano-Spezia 0-2
  • Varese-Pescara 2-1
  • Virtus Entella-Latina 2-0
  • Frosinone-Crotone 3-1
  • Modena-Ternana 1-2
  • Catania-Cittadella 2-3
  • Pro Vercelli-Bologna 1-1
  • Avellino-Trapani 1-1
  • Livorno-Vicenza 1-1
  • Bari-Brescia 3-2

Prossimo turno di Serie B

  • 22/05 Ternana-Varese 20:30
  • 22/05 Brescia-Avellino 20:30
  • 22/05 Trapani-Pro Vercelli 20:30
  • 22/05 Bologna-Virtus Lanciano 20:30
  • 22/05 Cittadella-Perugia 20:30
  • 22/05 Latina-Modena 20:30
  • 22/05 Pescara-Livorno 20:30
  • 22/05 Carpi-Catania 20:30
  • 22/05 Spezia-Bari 20:30
  • 22/05 Crotone-Virtus Entella 20:30
  • 22/05 Vicenza-Frosinone 20:30

Classifica aggiornata di Serie B

  1. Carpi 79 pti.
  2. Frosinone 71 pti.
  3. Vicenza 65 pti.
  4. Bologna**65 pti.
  5. Spezia 64 pti.
  6. Perugia 63 pti.
  7. Avellino 59 pti.
  8. Livorno 59 pti.
  9. Pescara 58 pti.
  10. Bari 54 pti.
  11. Trapani 50 pti.
  12. Virtus Lanciano 50 pti.
  13. Latina 49 pti.
  14. Pro Vercelli 49 pti.
  15. Catania 48 pti.
  16. Ternana 48 pti.
  17. Crotone 47 pti.
  18. Modena 46 pti.
  19. Virtus Entella 46 pti.
  20. Cittadella 44 pti.
  21. Brescia*** 39 pti.
  22. Varese* 35 pti.

*4 punti di penalizzazione

** 1 punto di penalizzazione

*** 6 punti di penalizzazione

Vincenzo Marotta

CONDIVIDI
Articolo precedenteAyrton Senna da Silva: il cuore della semplicità
Articolo successivo750° anniversario della nascita di Dante
Nato a Salerno il 21/12/1995, diplomato al liceo classico Francesco De Sanctis di Salerno. Attualmente studia presso la facoltà di Scienze Politiche e Relazioni Internazionali dell'Università degli studi di Salerno. Grande appassionato di calcio, italiano e internazionale.

NESSUN COMMENTO