Afragola, il sindaco Tuccillo vieta le riprese di Gomorra, Tuberosa dice la sua

0
107

AFRAGOLA – ”Dico no alle riprese di Gomorra nel quartiere Salicelle di Afragola perchè si tratta di un quartiere difficile, attraversato già da una profonda sofferenza sociale e vittima di uno stereotipo già diffuso e veicolato dai mass media”.
Con queste frasi il sindaco di Afragola, Domenico Tuccillo ha motivato il suo no alle riprese della 2 stagione della serie Gomorra nella location di Afragola.
La decisione clamorosa del sindaco non trova però proprio tutti d’accordo.
Il consigliere comunale ed esponente del Partito Democratico locale, Giovanni Tuberosa dice: ”Vietare le riprese di una serie, una forma di arte contemporanea, sostenendo che essa accentuerebbe uno stereotipo, equivale a offendere gli stessi cittadini che si vogliono salvare definendo loro degli stupidi che semplicemente emulano quello che vedono.

Tuberosa, poi per rafforzare la sua contrarietà alla decisione del sindaco fa alcuni esempi:”Penso al film di De Sica “ieri, oggi e domani”, girato a Forcella in cui si parlava di contrabbando; sicuramente chi lo ha visto non è diventato un contrabbandiere, come non è diventato un camorrista chi ha visto il capolavoro di Tornatore. “Il camorrista”. Ironia a parte credo che per salvare un quartiere servano fatti e azioni concrete e certamente non vietare le riprese di una serie che apprezzo molto per la qualità e il modo di raccontare nudo e crudo che mette il telespettatore di fronte all’orribile mondo crudele della camorra, un mondo fatto solo di oscurità e totalmente privo di spiragli di luce. Che poi questo era l’intento originale di Saviano e non certamente far arruolare ragazzini nell’esercito della malavita. D’altronde dai tempi di Kubrick in nome di una presunta morale e di un perbenismo di facciata tutto italiano si censura la qualità mentre ci siamo assuefatti all’indecenza e alla violenza propinata dai mezzi di comunicazione in tantissimi altri programmi”.

Pasquale De Laurentis

CONDIVIDI
Articolo precedenteCalcioscommesse: 50 arresti e 30 squadre coinvolte
Articolo successivoSENZA CORRUZIONE RIPARTE IL FUTURO
Nasce a Napoli. Consegue il diploma al Liceo Classico Giuseppe Garibaldi di Napoli. E’ qui eletto rappresentante d’istituto dal 2004/2005 al 2008/2009. È cofondatore del giornale scolastico “L’Idea”. Nel settembre 2008, insieme ad altri componenti del Comitato Studentesco, è ospite in uno speciale del Tg di Italia Mia dedicato alla scuola, al quale partecipano gli assessori all’istruzione Gabriele, Cortese e Rispoli. Nel 2005 inoltre, diviene il responsabile provinciale di Napoli dell'Unione degli Studenti, dove è protagonista di numerose battaglie contro l’allora Ministro dell’Istruzione Letizia Moratti. Nel 2008 partecipa attivamente al movimento studentesco dell'Onda, mentre nel 2009 si iscrive al corso di laurea in Scienze Politiche presso l'Università degli studi di Napoli l’Orientale. Da sempre grande appassionato del mondo radiofonico, nel Febbraio del 2012, è cofondatore con Lorenzo Russo di Radio TIN, evolutosi in seguito nel blog Tin Napoli. Nel Giugno del 2013 collabora con la web radio locale RadioSca, dove conduce quattro appuntamenti di Generazione X, il programma da lui ideato, insieme a Lorenzo Russo. Il 12, 13, 14 e 15 Giugno 2014, prende parte al corso di conduzione radiofonica, presso Radio Crc Targato Italia, con insegnanti Max Poli e Rosaria Renna. Da Aprile 2014 inizia a collaborare con il periodico online Libero Pensiero News, dove dal Settembre dello stesso anno assume l'incarico di coordinatore della sezione locale di Napoli e Provincia. Da Aprile 2015 intraprende la collaborazione con Radio Amore Napoli come inviato. Nel Novembre 2015 è cordinatore del ciclo di seminari ''GIORNALISMO E NUOVA COMUNICAZIONE'' organizzato dalla Testata Giornalistica ''Libero Pensiero News'', insieme all'Unione degli Universitari presso il Dipartimento di Scienze Sociali dell'Università degli studi di Napoli Federico II

NESSUN COMMENTO