Ebrei, Rom e musulmani: l’italiano è razzista!

0
79
musulmani

Che l’integrazione non ci sia mai stata non si può dire. Che le politiche fatte in aiuto della conoscenza dei popoli “diversi” non ci sia stata, nemmeno lo si può affermare con certezza. In verità, l’ostilità nella conoscenza di una nuova cultura o semplicemente del “diverso” destabilizza l’italiano medio.
Sembrava una convivenza pacifica, ma, a quanto pare, era un borbottare sottovoce frasi insulse nei confronti di persone uguali a noi. Ora, con qualcuno che urla, troviamo anche noi il coraggio di esternare i pensieri più profondi che dovrebbero restare nella profondità in cui nascono, o che meglio ancora non dovrebbero proprio nascere.

L'opinione degli europei sui musulmani (Pew Research Center)
L’opinione degli europei sui musulmani (Pew Research Center)

Dopo i fatti di Charlie Hebdo, dove, tutti ci siamo sentiti Charlie ma non ci siamo svegliati tali, il muro divisorio delle due società un tempo divise dal mare si è eretto a dismisura. O così si immaginava. Per i francesi, oggi, finalmente è arrivata la smentita. Dopo l’attacco al cuore della Francia, dell’Europa e della democrazia, il popolo francese non ha affatto cambiato idea sui musulmani, anzi.
Lo studio, condotto dall’istituto di ricerca americano Pew, dimostra che il 76% dei francesi intervistati ha un opinione favorevole verso i 5 milioni di suoi concittadini musulmani. Addirittura 4 punti in più rispetto allo stesso sondaggio fatto nell’anno precedente. Dato formato dal 25% di persone che si dicono avere “un’opinione favorevole”  (14% nel 2014) e dal 51% (58% nel 2014) che dicono di avere un’opinione “più che favorevole” verso il popolo dell’Islam. Questo stesso sondaggio fu fatto anche negli Stati Uniti dopo gli attentati dell’11 settembre. Il risultato fu analogo, poiché, in soli 3 mesi (da settembre a novembre 2011), il dato degli americani che avevano una buona opinione dei musulmani aumentò di 14 punti percentuali.

Richard Wike spiega che questo genere di incremento è normale ed è causato dalla chiamata «all’unità nazionale» fatta dai dirigenti di uno Stato e dai messaggi positivi dei media, che tendono a non accostare il nome mussulmano a terrorista. Questo dell’accostamento, infatti, era una delle più grandi paure dei musulmani europei dopo gli attacchi di Parigi poiché, impauriti da possibili ritorsioni e attacchi nei loro confronti, sarebbero difficilmente riusciti a trovare una giusta integrazione.

jews-widely-viewed-favorably
L’opinione degli europei sugli ebrei (Pew Research Center)

Dal rapporto “Faith in European Project Reviving” del Pew Research Center di Washington si evincono altri dati sconvolgenti: noi italiani siamo i più razzisti d’Europa. Infatti, lo Stivale è, tra i sei grandi paesi europei considerati, quello più ostile al popolo musulmano. Solo il 31% è tollerante, e il 61% non gradisce la loro presenza sul nostro territorio. Seguono nella classifica con il 56% i polacchi e con il 42% gli spagnoli.
Un altro dato sconvolgente è quello rilevante come il 21% dei nostri connazionali non ha un opinione favorevole verso gli ebrei che, paradossalmente, sono da secoli nel nostro territorio.

L'opinione degli europei sui Rom (Pew Research Center)
L’opinione degli europei sui Rom (Pew Research Center)

Per concludere, l’86% degli italiani ha un opinione negativa dei rom, così da vincere l’oro anche in questa categoria, raggiunti sul podio dal 60% dei francesi, 48% dei polacchi, 37% degli inglesi, 35% degli spagnoli e 34% dei tedeschi.
Il gradimento dei rom è difatti sceso di 1 punto percentuale (dal 10% al 9%) rispetto allo scorso anno.  Numeri che sicuramente faranno discutere e riflettere. Numeri che, al momento, fanno molta paura. Numeri che fotografano un’Italia xenofoba e razzista. Un’immagine lontana da quelle della democrazia, e da quelle immagini che ci hanno regalato i grandi maestri della “fotografia” italiana.

Giuseppe Ianniello

NESSUN COMMENTO