MMA: intervista a Marco Zannetti

0
84
MMA
MMA
MMA
Marco Zannetti sul ring di MMA

MMA: non è un sinonimo di violenza

MMA (Mixed Martial Arts) è una disciplina che in sé racchiude contatto, cuore, corpo, testa, ma soprattutto il rispetto per sé e per gli altri. Abbiamo fatto un viaggio in questo sport, tanto affascinante quanto completo, intervistando Marco Zannetti, uno degli atleti che rappresenterà l’Italia al Campionato mondiale dell’International Mixed Martial Arts Federation (IMMAF), che si svolgerà a Las Vegas dal 30 Giugno al 6 Luglio. Marco è nato a L’Aquila, città dove prosegue i suoi studi alla Facoltà di Ingegneria Civile e si allena quotidianamente nelle arti marziali, la sua grande passione. Di seguito l’intervista:

Come e quando è nato l’amore per l’MMA?

“Già a 5 anni praticavo Karate, disciplina che ho portato avanti per 11 anni. L’’more per le arti marziali è quindi maturato con il tempo, vedevo spesso incontri in TV di Kick Boxing e questo mi ha fatto avvicinare anche a sport più di contatto, fino a scoprire l’MMA”.

L’MMA racchiude in sé più specialità. C’è una particolare arte tra queste che ti affascina di più o che ti è stata più utile per vincere un incontro?

“L’MMA di per sé è una disciplina completa, già questo la rende stupenda, ma ciò che mi sta affascinando sempre più è la lotta a terra, assimilata e perfezionata grazie al Brazilian Jiu Jitsu. Gli ultimi 4 incontri sono finiti per submission”.

In Italia stiamo assistendo ad una costante crescita dell’MMA e delle arti marziali in generale. Pensi che possano essere utili nella vita quotidiana?

“Sì, credo che l’MMA e tutte le tecniche di combattimento si stiano sviluppando in maniera esponenziale anche in Italia, proprio perché aiutano a costruire la persona, non solo a livello fisico e mentale per sé stessi, ma soprattutto perché insegnano il rispetto per l’avversario e per l’altro, valore fondamentale nella vita che purtroppo, a mio parere, oggi si va perdendo sempre più. Inoltre ogni sport dove sia presente il contatto (che non deve essere mai pesante, come ad esempio nel Brazilian Jiu Jitsu), ti libera la mente, permettendoti di affrontare ogni difficoltà quotidiana con uno spirito diverso”.

Consiglieresti l’MMA e le arti marziali al sesso femminile?

“Assolutamente sì, le arti marziali e l’MMA possono dare alle donne una valida base per imparare a difendersi e per acquisire una consapevolezza vera del proprio corpo, questo perché insegnano che la forza non è tutto in una situazione apparentemente sfavorevole. Credo, inoltre, che nella società odierna le donne siano sempre più a rischio ed è per questo che ritengo fondamentale la diffusione di tali discipline”.

Molti pensano che il combattimento sia “lo sfogo delle persone violente”, ma da quanto ne so sono arti nate per lo più in Giappone per disciplinare e insegnare il rispetto sin da bambini. Cosa ne pensi?

“Le arti marziali nascono proprio per far sviluppare nelle persone una profonda conoscenza del proprio corpo e della propria mente, nel massimo rispetto di chi si trovano di fronte, anche se ha un carattere diverso dal proprio. In pratica si costruiscono delle basi che portano al rispetto verso il prossimo, non solo dentro la palestra, ma anche fuori. Il fatto di iniziare in tenera età è molto importante secondo me, perché un bambino è come una spugna, assimila prima di un adulto”.

Marco, hai raggiunto un traguardo importante e immagino sia solo l’inizio… con quale spirito affronterai la sfida di Las Vegas?

“Ho raggiunto un gran bel traguardo arrivando al mondiale, ma vincerlo sarebbe davvero un sogno. Cercherò di dare il massimo per arrivare ad un buon risultato, per me l’importante è affrontare questa sfida nel migliore dei modi”.

In bocca al lupo Marco, l’Italia farà il tifo per te e per la tua squadra!

Fonte immagine in evidenza: mma-europea.com

Fonte immagine media: google.it

Alessia Centi Pizzutilli

CONDIVIDI
Articolo precedenteE3 2015: Tutto quello che c’è da sapere
Articolo successivoElliott Erwitt: in mostra con ICONS
nasce a L’Aquila nel 1990. Da sempre amante della “Penna”, nel tempo sviluppa la passione per le materie umanistiche. Intraprende studi per alimentare le sue conoscenze in materia ed inizia a scrivere racconti, diari, ma soprattutto poesie. Amante dell’arte in ogni sua forma. Attualmente frequenta la facoltà di Lettere e Filosofia a L’Aquila. Redattrice presso Laqtv, collabora con il giornale Libero Pensiero News nella sezione cultura.

NESSUN COMMENTO