Intervista con Angela Cortese:”A Settembre 200 scuole in Campania saranno nel caos”

0
85

NAPOLI – Prosegue il periodo nero per la scuola pubblica italiana.
Se da un lato continuano a ritmo serrato le proteste dei docenti e dei sindacati contro ‘La Buona Scuola’, in Campania permane il nodo circa i 101 Dirigenti Scolastici vincitori di concorso nel 2012, attualmente ancora in attesa di nomina da parte dell’Ufficio Scolastico Regionale.

Inoltre, a Settembre 2015 stando alle ultime notizie saranno sottodimensionate altre 10 scuole della regione Campania, le quali vanno ad aggiungersi alle precedenti. Circa 200 scuole a reggenza.

In esclusiva, ai microfoni di Libero Pensiero News è intervenuta l’ex consigliere della Regione Campania, Angela Cortese, grande esperta in materia scolastica, la quale chiarisce alcune questioni controverse.

Come mai nonostante le 14 sentenze esistono ancora istituti con reggenza?
Perchè non viene dato seguito al dettato delle sentenze, non vengono immessi in ruolo i dirigenti scolastici vincitori di concorso. In questo momento ci troviamo ad avere 200 scuole che andranno a reggenza, nonostante La Buona Scuola chieda esplicitamente un dirigente per ogni scuola.
Siamo in una condizione di grande caos, 400 scuole saranno dimezzate con un’autonomia che rafforza i poteri. Questo sarà un handicap per la scuola campana.
Per questo chiediamo alla Dott.essa Franzese di procedere alle nomine dei vincitori di concorso e di controllare le scuole che sono state dichiarate sottodimensionate perchè così non è, vedi il liceo di San Sebastiano al Vesuvio che per soli due alunni è stato dichiarato sottodimensionato.

Lei è stata anche Assessore provinciale all’edilizia scolastica, come spiega l’emergenza dei plessi scolastici?
L’edilizia scolastica purtroppo ha avuto delle difficoltà perchè quando noi eravamo in provincia avevamo pensato ad una nostra agenzia interna, l’Asub, la quale provvedeva alla manutenzione ordinaria degli edifici scolastici per salvaguardare il patrimonio della scuola della nostra provincia.
Purtroppo con l’avvento di Cesaro, l’Asub è scomparsa, per cui anche quella buona pratica che la provincia di Bologna ci aveva copiato è andata persa generando quindi la situazione attuale.

Da conoscitrice del tema scuola, come giudica lo stop che sta avendo in Parlamento La Buona Scuola?
Penso che sia giusto lo stop. Non è bastata la consultazione online. La scuola è una comunità complessa che non può servirsi solo del web. C’è bisogno di momenti collegiali e penso che Renzi questo penso l’abbia compreso per tornare a parlare con il mondo della scuola.

E’ stata protagonista della denuncia dell’Unione degli Universitari circa i 17 milioni di euro scomparsi, quale futuro per Angela Cortese nella Giunta De Luca?
Questo non lo so, bisogna chiederlo a De Luca

Pasquale De Laurentis

CONDIVIDI
Articolo precedenteIl “Tesoro di Gomorra” è seppellito nell’Alto Casertano
Articolo successivoCaro Renzi, contiamo fino a 10
Nasce a Napoli. Consegue il diploma al Liceo Classico Giuseppe Garibaldi di Napoli. E’ qui eletto rappresentante d’istituto dal 2004/2005 al 2008/2009. È cofondatore del giornale scolastico “L’Idea”. Nel settembre 2008, insieme ad altri componenti del Comitato Studentesco, è ospite in uno speciale del Tg di Italia Mia dedicato alla scuola, al quale partecipano gli assessori all’istruzione Gabriele, Cortese e Rispoli. Nel 2005 inoltre, diviene il responsabile provinciale di Napoli dell'Unione degli Studenti, dove è protagonista di numerose battaglie contro l’allora Ministro dell’Istruzione Letizia Moratti. Nel 2008 partecipa attivamente al movimento studentesco dell'Onda, mentre nel 2009 si iscrive al corso di laurea in Scienze Politiche presso l'Università degli studi di Napoli l’Orientale. Da sempre grande appassionato del mondo radiofonico, nel Febbraio del 2012, è cofondatore con Lorenzo Russo di Radio TIN, evolutosi in seguito nel blog Tin Napoli. Nel Giugno del 2013 collabora con la web radio locale RadioSca, dove conduce quattro appuntamenti di Generazione X, il programma da lui ideato, insieme a Lorenzo Russo. Il 12, 13, 14 e 15 Giugno 2014, prende parte al corso di conduzione radiofonica, presso Radio Crc Targato Italia, con insegnanti Max Poli e Rosaria Renna. Da Aprile 2014 inizia a collaborare con il periodico online Libero Pensiero News, dove dal Settembre dello stesso anno assume l'incarico di coordinatore della sezione locale di Napoli e Provincia. Da Aprile 2015 intraprende la collaborazione con Radio Amore Napoli come inviato. Nel Novembre 2015 è cordinatore del ciclo di seminari ''GIORNALISMO E NUOVA COMUNICAZIONE'' organizzato dalla Testata Giornalistica ''Libero Pensiero News'', insieme all'Unione degli Universitari presso il Dipartimento di Scienze Sociali dell'Università degli studi di Napoli Federico II

NESSUN COMMENTO