Con “Democrazia Low Cost” il Collettivo Strike Lab non va in vacanza

0
105

Si chiama “Democrazia Low Cost // Cosa cambia con l’Italicum?” il nuovo evento organizzato dal Collettivo Strike Lab, il gruppo di studenti di Scienze Politiche (appartenenti sia all’indirizzo Sao – Scienze Dell’Amministrazione e Dell’Organizzazione, che Spri – Scienze Politiche e Delle Relazioni Internazionali), in collaborazione con l’associazione universitaria Link Fisciano, con base operativa nell’Università Degli Studi di Salerno.

Nell’evento facebook gli organizzatori hanno provveduto a fornire un’introduzione:

“Democrazia Low Cost” è un’esperienza di dibattito tra studenti e docenti per poter apprendere qualcosa in più rispetto a ciò che sta accadendo nell’ultimo periodo in Italia. L’Italicum è lo strumento che entrerà in vigore dal prossimo Maggio per poter garantire la sovranità del voto popolare, sostituendo definitivamente o quasi il Porcellum ed il Mattarellum.

Con questo evento che abbiamo organizzato vorremmo far luce sulle criticità della nuova legge elettorale e sul modo in cui la Democrazia perde sempre più il suo valore originario, partendo da un excursus storico della nascita della Democrazia e delle varie forme che l’hanno caratterizzata nel corso del tempo.

VI ASPETTIAMO IL 23 GIUGNO ALLE ORE 15.00 NELL’AULA SATURNO (ex aula sp/1 di Scienze Politiche)

Moderano: Vincenzo Marotta e Simone Buonomo
Intervengono:
Antonio Martone – Docente di Filosofia Politica presso l’Università Degli Studi di Salerno
Giuseppe Criscito – ACT agire, costruire, trasformare Salerno
Matteo Zagaria – Consiglio Degli Studenti Unisa

Sebbene i corsi siano ormai giunti al termine da più di un mese, questo gruppo di giovani studenti non va in vacanza e ripropone ai propri colleghi universitari interessanti spunti di analisi critica della realtà sociale in cui sono (e siamo) totalmente immersi. Temi, questi e quelli precedentemente scelti, totalmente esclusi dalla didattica generale e dalle lezioni tenute dalla maggior parte dei docenti.

La locandina satirica dell’evento ripropone Renzi alla guida di un rullo che riesce a schiacciare Bersani e procede verso altri personaggi come Rosy Bindi, Matteo Salvini e Silvio Berlusconi. L’ironia della vignetta di Marvil Ops si intravede nei dettagli: la macchina produce un fumo a forma di falce e martello, denunciando la pseudo sinistra del premier.

Tra gli ospiti ritroviamo: il professor Antonio Martone, autore del libro (oggetto di studio) “Le Radici della Disuguaglianza” in cui vengono analizzati Hobbes, Rousseau, Tocqueville, Stirner e Nietzsche attraverso parallelismi e spunti artistici; Giuseppe Criscito in rappresentanza del gruppo Act – Agire Costruire Trasformare, che alle scorse elezioni regionali ha sostenuto la candidata al consiglio Raffaella Casciello; infine, un membro del Collettivo neo-eletto al Consiglio Degli Studenti, Matteo Zagaria.

I moderatori del dibattito saranno Simone Buonomo, ex Presidente della Consulta Provinciale degli Studenti di Salerno nel biennio 2011-2013, e Vincenzo Marotta; entrambi membri del Collettivo Strike Lab.

Sara C. Santoriello

CONDIVIDI
Articolo precedenteGP d’Austria: pole di Hamilton, poi Rosberg e Vettel
Articolo successivoCalciomercato: la Serie A ritorna grande?
Rappresentante degli studenti nel Consiglio Didattico di Scienze Politiche all'Università degli studi di Salerno (2015-2017). Consigliere del Forum dei Giovani di Cava De' Tirreni. Membro della Direzione Nazionale dell'Unione Degli Studenti (biennio 2014-2016). Esecutivo di Link Fisciano (2016-2018). Segretaria della CPS (biennio 2011-2013). Reporter per AsinuPress e LiberoPensiero.

NESSUN COMMENTO