Giffoni Film Festival: cinema e divertimento

0
103

Mancano ormai pochi giorni al Giffoni Film Festival. 97 film in concorso, 13 anteprime e più di 30 ospiti: 9 giorni di puro divertimento e cinema. Il tema, Carpe Diem, è un invito per i ragazzi a cogliere ogni momento della loro vita e saranno proprio loro ad assegnare il premio Grifone d’Oro al miglior film. Tra gli ospiti internazionali, spiccano i nomi di Orlando Bloom, Mark Ruffalo, Martin Freeman e Tom Felton; tra i talenti italiani invece: Lorenzo Fragola, Alessandro Baricco, Asia Argento e molti altri.

Ecco cosa ci racconta Manlio Castagna, vicedirettore del Festival.

Sono passati 45 anni dal primo festival. Cos’è cambiato? E com’è cambiato il cinema stesso?

È cambiato tutto tranne lo spirito delle primi edizioni. Il festival del 1971 era “primitivo”, scanzonato, senza troppe pretese. Ora è un evento riconosciuto a livello mondiale. Logicamente, dall’organizzazione alle strutture, alle dinamiche di accesso agli ospiti, ogni cosa si è evoluta in maniera importante. Anche il cinema ha subito un naturale processo di sviluppo tecnologico: basti pensare che ormai la pellicola è praticamente scomparsa a scapito, anzi, a favore del digitale. Resta intatto nel cinema d’oggi il motivo per cui si producono i film: l’esigenza di raccontare storie, la voglia di esprimere creativamente un punto di vista sul Mondo e sul cinema stesso.

Come sono cambiati i gusti dei ragazzi?

I gusti non credo sia cambiati così tanto: i ragazzi amano le storie coinvolgenti, ora come allora. Amano essere intrigati, emozionarsi, rispecchiarsi in protagonisti che sentono affini. Questo non cambierà mai.

Cosa ricercate nei film che selezionate per le giurie?

Cerchiamo storie che possano suscitare l’interesse dei giovani giurati, la qualità tecnica e la bontà narrativa. Cerchiamo film non banali e vicende in cui i ragazzi possano immedesimarsi perché riescono a sentirsi sintonizzati sulla lunghezza d’onda dei protagonisti.

Ospiti internazionali e italiani: qual è stato l’ospite che ti è rimasto più impresso?

Senza dubbio Meryl Streep: eleganza pura e immensa umanità. Era il 2001, lavoravo al festival da 3 anni. Ero giovane (sigh!). Fu lei la sera della cena ad avvicinarsi al nostro tavolo (quelli dei “ragazzi”) per farsi una foto con noi, ma sono tanti i talent che hanno lasciato un segno. Anche lo stesso Richard Gere lo scorso anno, il pranzo con lui lo ricorderò per sempre. Tra gli italiani ho avuto un bellissimo rapporto con Giuliano dei Negramaro, Marco Giallini, Leonardo Pieraccioni, il trio Aldo Giovanni e Giacomo, Claudio Bisio.

Con quale attore vorresti interpretare un film?

Io nei panni dell’attore non riesco a vedermi. Non ci ho mai pensato, ma se proprio dovessi sognare allora citerei: Bill Murray tra gli uomini ed Emma Stone tra le donne.

Qual è l’evento più comico che invece ricordi?

Non c’è un evento di per sé comico che io ricordi, ma ci sono dei momenti privati con alcuni talent in cui mi sono divertito molto. Per esempio un pranzo con Paolo Bonolis o con Ficarra&Picone.

Più di 3000 ragazzi: non preferiste affrontare l’esercito di Sauron?

In effetti è dura e la battaglia sarà violenta, ma alla fine trionferà la bellezza! A parte gli scherzi i giurati sono l’anima del festival e più ce ne sono, tanta più felicità si sprigionerà quindi ben vengano anche 5mila giurati!

A proposito di Sauron, tra Olrando Bloom e gli altri ospiti, la gente inizierà ad accamparsi fin da oggi. Qualche consiglio per chi dormirà sotto le transenne?

Bevete molto e occhio a dove sono i bagni, passate il tempo con amici e amiche cantando, giocando, divertendovi. Fate sì che sia un’esperienza memorabile e non un brutto momento da passare per una gioia più grande e attenzione che la sera e la notte fa freddo a Giffoni anche se durante il giorno ci si può liquefare dal caldo.

Siete stati paragonati agli Hunger Games perché non tutti sono riusciti ad ottenere i biglietti per il Meet and Greet. Avete mai ricevuto minacce, qualche testa di cavallo nel letto?

Per fortuna i tempi del Padrino sono lontani. Insulti tantissimi, minacce mai… per ora!

Una frase di benvenuto per i giurati che vi invaderanno la prossima settimana?

Cari Giurati riempiteci dei vostri colori e riempitevi di tutta la bellezza che c’è.

Si inizia il conto alla rovescia. Pronti a farvi travolgere dalla magia di Giffoni?

Elena Morrone

NESSUN COMMENTO