“Light is Back” illumina l’Ultima Cena di Leonardo

0
110
Leonardo

L’azienda illuminotecnica recanatese ” iGuzzini ”  ha realizzato una speciale tipologia di illuminazione per ravvivare e valorizzare una delle opere d’arte più famose ed importanti del mondo, ma anche altrettanto fragile, quale l’ “Ultima Cena” di Leonardo Da Vinci.

santa-maria-grazieL’opera si trova a Milano all’interno del Refettorio del Convento di Santa Maria delle Grazie, e fu realizzata su commissione del Duca di Milano Ludovico Sforza in un periodo compreso tra il 1494 al 1497. L’Ultima Cena di Leonardo si trova in una delle due pareti terminali del refettorio mentre nell’altra c’è il dipinto di Donato Montorfano ” La Crocifissione”. Le dimensioni dell’opera di Leonardo Da Vinci è di 4,8 X 8,8 m e raffigura l’Ultima Cena di Gesù, precisamente il momento in cui annuncia che qualcuno dei discepoli lo tradirà. La disposizione dei personaggi segue minuziosamente quanto raccontato all’interno del Vangelo secondo Giovanni. Oggi la chiesa ed il convento sono Patrimonio Mondiale dell’Umanità.

Leonardo realizzò l’ “Ultima Cena” con una innovativa e non ancora collaudata tecnica di pittura, che consentiva di intervenire sull’intonaco asciutto per poter ritornare in qualsiasi momento sull’opera. Ma questo rese la pittura poco resistente al tempo, comportando una serie di numerosi interventi di restauro per salvare i colori che tendevano a sbiadire.24dfb42b51b741bb17b5f83de186725f

La “iGuzzini” ha restituito luminosità all’opera d’arte e nello stesso tempo è riuscita ad evitare gli alti costi di consumo. Infatti questa illuminazione è ad alto indice di visibilità ma ha un consumo bassissimo nel  rispetto anche dell’ambiente.

Com’è stato possibile tutto questo?

Grazie a particolari ed innovativi LED  CoB di ultima generazione, gestiti dal sistema di controllo DALI ed installati su binario, che riescono a distribuire in modo omogeneo la luce e nello stesso tempo a diminuire lo spreco energetico dell’80 %. La sostituzione delle lampade alogene con i nuovi prodotti a LED ha ridotto la potenza dissipata dell’impianto da 3.400W a 570W/h.

I lavori sono stati finanziati  dalla Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici per le province di Milano.ultima cena leonardo da vinci iguzzini

La nuova illuminazione realizzata dalla ” iGuzzini” per l’ “Ultima Cena” di Leonardo rientra nel progetto “Light is Back” che ha come obbiettivo principale quello di valorizzare, attraverso tecnologici e nuovi impianti di illuminazione, la Milano dell’Expo. E’ stata creata anche un’ App omonima chiamata “Light is Back”,  scaricabile gratuitamente sia su Google Play e sia su l’App Store, e che con l’ausilio del bluetooth indica tutti i punti di Milano dove l’azienda è intervenuta per valorizzare la città, dai luoghi d’arte al centro storico.

leonardo_light_is_back_home

Fonte:

Sito iGuzzini dedicato alla nuova Illuminazione dell’Ultima Cena di Leonardo Da Vinci

Claudia Cepollaro

NESSUN COMMENTO