Tasse universitarie: sarà stangata a metà

2
64

Grazie all’intervento degli studenti, salve le fasce dalla 1 alla 14

NAPOLI – Il temuto aumento delle tasse universitarie, alla fine ci sarà.
Nonostante la ferma opposizione delle associazioni studentesche, in mobilitazione da oltre una settimana, il Consiglio di Amministrazione della Federico II, riunitosi questa mattina ha deliberato l’aumento della tassa del 25% per le fasce che vanno dalla 15 alla 19.
Scongiurato l’aumento per le famiglie degli studenti considerate maggiormente in difficoltà (dalla 1, alla 14), le quali quindi non subiranno alcun rincaro.

Al termine del Consiglio, Libero Pensiero News ha raccolto le considerazioni degli studenti, attraverso i due rappresentanti presenti in CdA: Antonio Caiazzo e Tommaso Pellegrino.
”Il nostro Ateneo – dice Antonio Caiazzo – deve attivare politiche diverse per reperire fondi e rendere il proprio Brand più “appetibile”( servizi, internazionalizzazzione etc )”.

Caiazzo, poi mostra soddisfazione per la decisione presa in consiglio che ha ”salvato” le famiglie in difficoltà:”Per fortuna l’azione che abbiamo messo in campo in questi giorni e i vertici avuti con Manfredi hanno permesso che non vengano toccate le fasce considerate piu deboli e che l’aumento vada ad incidere solo a chi ha redditi piu alti.
Abbiamo ottenuto un tavolo congiunto che lavorerà come una task force sul monitoraggio ed il miglioramento dei servizi offerti e fara proposte per COMPRENDERE quali possono essere dei servizi INNOVATIVI da poter offrire ai fruitori: gli studenti.
Infine abbiamo ottenuto la creazione di una commissione che da settembre lavorerà per eliminare il sistema a fasce per sostituirlo con il più equo sistema Progressivo!
l’ateneo deve iniziare a ragionare con un ottica “student-oriented” e riportare dunque lo studente al centro dell’attenzione.
SONO FIDUCIOSO nei confronti del neo eletto prof. Manfredi”– conclude il consigliere.

”Un ulteriore azione – aggiunge Tommaso Pellegrino – va fatta immediatamente: è il tema sentitissimo della tassa regionale ( in continuo aumento ) una tassa che non offre nulla in cambio! il cda seduta stante ha sviluppato una lettera dove chiede una risposta concreta ed immediata su tale situazione!”

Entrambi i rappresentanti hanno votato contro l’aumento della tassazione.

Pasquale De Laurentis

CONDIVIDI
Articolo precedenteRissa sfiorata per Higuain a Ibiza
Articolo successivoCGIL e UDU contro l’aumento delle tasse studentesche alla Federico II
Nasce a Napoli. Consegue il diploma al Liceo Classico Giuseppe Garibaldi di Napoli. E’ qui eletto rappresentante d’istituto dal 2004/2005 al 2008/2009. È cofondatore del giornale scolastico “L’Idea”. Nel settembre 2008, insieme ad altri componenti del Comitato Studentesco, è ospite in uno speciale del Tg di Italia Mia dedicato alla scuola, al quale partecipano gli assessori all’istruzione Gabriele, Cortese e Rispoli. Nel 2005 inoltre, diviene il responsabile provinciale di Napoli dell'Unione degli Studenti, dove è protagonista di numerose battaglie contro l’allora Ministro dell’Istruzione Letizia Moratti. Nel 2008 partecipa attivamente al movimento studentesco dell'Onda, mentre nel 2009 si iscrive al corso di laurea in Scienze Politiche presso l'Università degli studi di Napoli l’Orientale. Da sempre grande appassionato del mondo radiofonico, nel Febbraio del 2012, è cofondatore con Lorenzo Russo di Radio TIN, evolutosi in seguito nel blog Tin Napoli. Nel Giugno del 2013 collabora con la web radio locale RadioSca, dove conduce quattro appuntamenti di Generazione X, il programma da lui ideato, insieme a Lorenzo Russo. Il 12, 13, 14 e 15 Giugno 2014, prende parte al corso di conduzione radiofonica, presso Radio Crc Targato Italia, con insegnanti Max Poli e Rosaria Renna. Da Aprile 2014 inizia a collaborare con il periodico online Libero Pensiero News, dove dal Settembre dello stesso anno assume l'incarico di coordinatore della sezione locale di Napoli e Provincia. Da Aprile 2015 intraprende la collaborazione con Radio Amore Napoli come inviato. Nel Novembre 2015 è cordinatore del ciclo di seminari ''GIORNALISMO E NUOVA COMUNICAZIONE'' organizzato dalla Testata Giornalistica ''Libero Pensiero News'', insieme all'Unione degli Universitari presso il Dipartimento di Scienze Sociali dell'Università degli studi di Napoli Federico II

2 COMMENTI

  1. Ma che bello, io che non sono ricca ma capito cmq in una di queste fascie dovrò pagare il 25% in più rispetto agli altri. Grazie mille, se non riesco a laurearmi e andrò a finire in mezzo ad una strada so di chi è la colpa 😉

  2. È una stronzata o tutti o nessuno. Quest’anno per colpa di questa gente non potrò iscrivermi alla magistrale, grazie.

Comments are closed.