Allargare la Nunziatella: l’accordo tra il Comune di Napoli e il Ministero della Difesa

0
178
Nunziatella

Napoli – La scuola militare “Nunziatella” allarga la sua struttura in seguito all’accordo raggiunto tra il Comune di Napoli e il Ministero della Difesa. L’accordo  prevede l’allargamento della Scuola militare nell’adiacente caserma “Nino Bixio” di proprietà di Palazzo San Giacomo da sempre usufruito dalla Polizia dello Stato. Nello specifico, la giunta municipale sotto la guida dell’Assessore al Patrimonio Sandro Fucito, ha approvato la delibera con la quale si autorizza la permuta per conferire in proprietà allo Stato la Caserma Nino Bixio in cambio dell’immobile sito in Napoli alla via Egiziaca a Pizzofalcone n.35, che diventerà di proprietà del Comune di Napoli.

Questa intesa  voluta fortemente dal Sindaco De Magistris che lo scorso novembre aveva creato un accordo con l’Agenzia del Demanio, il Ministero dell’Interno ed il Ministero della Difesa, consentirà di destinare la caserma “Nino Bixio” all’allargamento strutturale della Scuola Militare “Nunziatella”, già destinata a diventare Scuola Militare Europea e di creare un importante obiettivo strategico che dimostra i valori istituzionali per la città di Napoli e la stessa tradizione di questa importante Scuola Militare. I militari della caserma Bixio saranno traferiti nella caserma Boscariello a Miano, concentrando così, un’operazione di maggiore sicurezza e controllo sul territorio interessato.

Al Comune invece, spetterà un edificio del XVII secolo, oggi ad uso residenziale (costituito da 80 unità immobiliari), facente parte dell’ex complesso conventuale dell’annessa Chiesa di S.Maria Egiziaca a Pizzofalcone, già dichiarato di interesse storico-artistico, «al fine della messa a reddito, valorizzazione o alienazione dello stesso, con evidenti positive ricadute socio-economiche» come spiegano da Palazzo San Giacomo.

Il progetto oltre all’ampliamento della casa della “Nunziatella” prevede anche una riqualificazione urbana, paesaggistica e funzionale di tutta l’area di Monte Echia, area tutelata anche dall’Unesco.

I lavori saranno totalmente finanziati dallo Stato che dovrà occuparsi di stanziare i fondi e di programmare la data di inizio dei lavori.

Questo progetto voluto fortemente dal Sindaco De Magistris e  dal suo capo di gabinetto, Attilio Auricchio, ex allievo della “Nunziatella”, il quale ha mostrato tutta la sua soddisfazione per aver raggiunto un traguardo fondamentale per la città di Napoli e per il lavoro incessante dell’amministrazione. «La valorizzazione dell’intero complesso immobiliare, invece conferma il legame di tradizione esistente tra la città di Napoli e quest’importante istituzione» spiega Attilio Auricchio.

Tonia Lisbino

NESSUN COMMENTO