Napoli – La protesta degli Ata:”Anche noi fregati da Renzi”

0
29

NAPOLI – Partecipato presidio, questa mattina, organizzati dai sindacati confederali Cgil, Cisl e Uil, ai quali si sono aggiunti  successivamente anche i Cobas, l’Usb, oltre al coordinamento dei docenti precari di Napoli, per protestare contro la grave situazione in cui versa il personale Ata e la mancata immissione in ruoli di tutti i profili.

Nel mirino dei manifestanti, i quali si sono dati appuntamento in via Ponte della Maddalena, fuori la sede dell’Ufficio scolastico regionale,il sottosegretario Faraone e il Ministro Giannini, per i quali sono state chieste le dimissioni immediate.

«Anche gli Ata, come del resto tutti i precari della scuola vengono fregati da Renzi – sentenzia Francesco Amato dei Cobas. Nel nome della dismissione delle provincie – prosegue – esiste una circolare che ha bloccato tutte le immissioni in ruolo, compreso le supplenze annuali, i presidi tamponeranno la situazione con le graduatorie d’istituto creando così delle ingiustizie enormi».
«Renzi ha deciso che chiudendo le provincie automaticamente i dipendenti delle stesse devono essere assorbiti nelle scuole, come a dire ”tutti sono buoni per tutto”» – aggiunge il segretario della FLC – Cgil Benevento, Vincenzo Delli Veneri.

«Chiediamo la stabilizzazione di tutti i precari nelle graduatorie permanenti – Nicola Cutrignelli della Uil Campania. La scuola pubblica italiana deve avere maggiore rispetto perchè vi mandiamo i nostri figli e il prossimo anno inizierà in una confusione totale. E’ vergognoso che ci sono 6250 posti vacanti e non possono essere occupati« – conclude il sindacalista.

cutriAbbiamo chiesto di rappresentare la vostra sofferenza a Roma il 27 Agosto dove ci sarà un’incontro nazionale con tutti i precari – dice la segretaria della Cisl scuola Campania, Rosanna Colonna. Abbiamo chiesto di fare il calendario a prescindere e dare le riconferme. La Franzese cercherà di fare tutto il possibile e la rincontreremo tra il 28 e il 29 Agosto.
il segretario regionale della Campania FLC -Cgil, Enrico Grillo aggiunge: «Sono pessimista circa la reinterpretazione da parte dell’ amministrazione del diritto dei lavoratori della scuola ad avere qualità. Bisogna aumentare la nostra protesta e difendere il nostro diritto al lavoro»

Pasquale De Laurentis

CONDIVIDI
Articolo precedenteAssunzioni scuola, Raiola a LP: ”Riforma di Renzi, peggiore della legge Aprea”
Articolo successivoLibera Campania: Giovani innovazioni per un nuovo modello di welfare
Nasce a Napoli. Consegue il diploma al Liceo Classico Giuseppe Garibaldi di Napoli. E’ qui eletto rappresentante d’istituto dal 2004/2005 al 2008/2009. È cofondatore del giornale scolastico “L’Idea”. Nel settembre 2008, insieme ad altri componenti del Comitato Studentesco, è ospite in uno speciale del Tg di Italia Mia dedicato alla scuola, al quale partecipano gli assessori all’istruzione Gabriele, Cortese e Rispoli. Nel 2005 inoltre, diviene il responsabile provinciale di Napoli dell'Unione degli Studenti, dove è protagonista di numerose battaglie contro l’allora Ministro dell’Istruzione Letizia Moratti. Nel 2008 partecipa attivamente al movimento studentesco dell'Onda, mentre nel 2009 si iscrive al corso di laurea in Scienze Politiche presso l'Università degli studi di Napoli l’Orientale. Da sempre grande appassionato del mondo radiofonico, nel Febbraio del 2012, è cofondatore con Lorenzo Russo di Radio TIN, evolutosi in seguito nel blog Tin Napoli. Nel Giugno del 2013 collabora con la web radio locale RadioSca, dove conduce quattro appuntamenti di Generazione X, il programma da lui ideato, insieme a Lorenzo Russo. Il 12, 13, 14 e 15 Giugno 2014, prende parte al corso di conduzione radiofonica, presso Radio Crc Targato Italia, con insegnanti Max Poli e Rosaria Renna. Da Aprile 2014 inizia a collaborare con il periodico online Libero Pensiero News, dove dal Settembre dello stesso anno assume l'incarico di coordinatore della sezione locale di Napoli e Provincia. Da Aprile 2015 intraprende la collaborazione con Radio Amore Napoli come inviato. Nel Novembre 2015 è cordinatore del ciclo di seminari ''GIORNALISMO E NUOVA COMUNICAZIONE'' organizzato dalla Testata Giornalistica ''Libero Pensiero News'', insieme all'Unione degli Universitari presso il Dipartimento di Scienze Sociali dell'Università degli studi di Napoli Federico II

NESSUN COMMENTO