De Luca taglia la burocrazia in Regione. LINK Napoli:”Basta annunci sensazionalistici”. Udu Napoli: ”Investire subito per coprire le borse di studio al 100%”

0
95

NAPOLI – Nel corso della conferenza stampa tenutasi nei giorni scorsi, il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca  ha proposto una serie di interventi per lo snellimento della macchina burocratica.
Una ”rivoluzione burocratica” l’ha definita l’ex sindaco di Salerno, che dovrebbe interessare anche l’ ”annosa questione” diritto allo studio, in particolar modo, le borse di studio con l’accorpamento delle varie A.Di.S.U. degli atenei campani, in un unico ente di diritto allo studio regionale, il quale secondo il neo governatore permetterebbe appunto un pagamento più rapido delle stesse.

La proposta di De Luca, tuttavia non trova del tutto pareri favorevoli in LINK Napoli – coordinamento universitario.
«Il ritardo con cui vengono pagate le borse di studio – dichiara il portavoce di LINK Napoli, Mattia Papa –  è, nella nostra regione, una questione seria che non può essere liquidata con annunci sensazionalistici, che scaricano sempre, con non poca retorica, le cause di queste criticità sull’eccessiva burocratizzazione. Pur pensando che la creazione di un’unica A.Di.S.U. regionale possa comportare una riduzione di spesa inutile, riteniamo che non possa da solo, quest’intervento, accorciare i tempi di liquidazione delle borse, che alcuni studenti aspettano addirittura da cinque anni. Il vero problema, infatti, risiede nella mancata liquidazione dei debiti che la Regione Campania ha accumulato nei confronti delle varie A.Di.S.U., trattenendo le somme derivanti dalla tassa regionale per il diritto allo studio e dal fondo integrativo statale, e non permettendo l’erogazione dei soldi agli studenti.»

Di tutt’altra idea, invece l’Udu Napoli. «Abbiamo appreso della volontà del Presidente De Luca di procedere verso la strutturazione di un’unica Adisu Regionale» – dichiara Lorenzo Fattori, coordinatore Udu Napoli – «la quale può essere uno strumento utile ma deve essere associata ad un investimento da parte della regione per coprire il 100% delle borse di studio ed all’immediata erogazione delle borse di studio arretrate degli ultimi 5 anni. Inoltre bisogna tutelare i servizi offerti agli studenti su ogni territorio e la possibilità di questi di avere rappresentanze incisive nell’azione dell’azienda. Se sono soddisfatti tutti questi requisiti, siamo disponibili a un confronto con l’amministrazione al fine di garantire la tutela del diritto allo studio per tutti gli studenti campani.»

Pasquale De Laurentis

CONDIVIDI
Articolo precedenteCameron: il confine tra intolleranza e autoconservazione
Articolo successivoDerby della Madonnina: operazione rilancio
Nasce a Napoli. Consegue il diploma al Liceo Classico Giuseppe Garibaldi di Napoli. E’ qui eletto rappresentante d’istituto dal 2004/2005 al 2008/2009. È cofondatore del giornale scolastico “L’Idea”. Nel settembre 2008, insieme ad altri componenti del Comitato Studentesco, è ospite in uno speciale del Tg di Italia Mia dedicato alla scuola, al quale partecipano gli assessori all’istruzione Gabriele, Cortese e Rispoli. Nel 2005 inoltre, diviene il responsabile provinciale di Napoli dell'Unione degli Studenti, dove è protagonista di numerose battaglie contro l’allora Ministro dell’Istruzione Letizia Moratti. Nel 2008 partecipa attivamente al movimento studentesco dell'Onda, mentre nel 2009 si iscrive al corso di laurea in Scienze Politiche presso l'Università degli studi di Napoli l’Orientale. Da sempre grande appassionato del mondo radiofonico, nel Febbraio del 2012, è cofondatore con Lorenzo Russo di Radio TIN, evolutosi in seguito nel blog Tin Napoli. Nel Giugno del 2013 collabora con la web radio locale RadioSca, dove conduce quattro appuntamenti di Generazione X, il programma da lui ideato, insieme a Lorenzo Russo. Il 12, 13, 14 e 15 Giugno 2014, prende parte al corso di conduzione radiofonica, presso Radio Crc Targato Italia, con insegnanti Max Poli e Rosaria Renna. Da Aprile 2014 inizia a collaborare con il periodico online Libero Pensiero News, dove dal Settembre dello stesso anno assume l'incarico di coordinatore della sezione locale di Napoli e Provincia. Da Aprile 2015 intraprende la collaborazione con Radio Amore Napoli come inviato. Nel Novembre 2015 è cordinatore del ciclo di seminari ''GIORNALISMO E NUOVA COMUNICAZIONE'' organizzato dalla Testata Giornalistica ''Libero Pensiero News'', insieme all'Unione degli Universitari presso il Dipartimento di Scienze Sociali dell'Università degli studi di Napoli Federico II

NESSUN COMMENTO